L’Arca dona all’Azienda Ospedaliera uno specialista per le cardiopatie

L'associazione per il sostegno della ricerca sulle cardiopatie aritmiche ha messo a disposizione la somma necessaria, 80mila euro l'anno, per l'istituzione di un posto di dirigente medico specialista in cardiologia a Padova

Una speranza in più per i portatori di cardiopatie genetiche e per le loro famiglie, grazie ad una generosa donazione dell’Arca, Associazione ricerche cardiopatie aritmiche, all’Azienda Ospedaliera di Padova, che consente l’istituzione di un posto di dirigente medico specialista in cardiologia.

LA DONAZIONE. Sull’onda degli incoraggianti risultati della ricerca clinica e genetica nel campo delle cardiomiopatie aritmiche ereditarie, l’associazione ha donato la somma necessaria (circa 80mila euro l’anno) per l’assunzione di un cardiologo dedicato all’esame clinico e strumentale di giovani pazienti affetti da cardiopatie genetiche e allo screening clinico-molecolare dei loro familiari.

PATOLOGIA DELLA "MORTE IMPROVVISA": LA SCOPERTA DI GIOVANI RICERCATRICI PADOVANE

L’OBIETTIVO.  Il cardiologo specialista lavorerà presso il Centro clinico-genetico di cardiopatie aritmiche, creato a suo tempo dal professor Andrea Nava e composto attualmente dai professor Domenico Corrado e Barbara Bauce della Divisione di cardiologia diretta dal professor Sabino Iliceto. L’obiettivo del suo lavoro sarà quello di identificare portatori asintomatici e di mettere in atto misure per prevenire la morte improvvisa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L’ARCA. L’Associazione donatrice è  un ente padovano senza finalità di lucro, con personalità giuridica riconosciuta dalla Regione Veneto, convenzionata con l’Università e l’Azienda Ospedaliera di Padova, è stata fondata nel 1994 per sostenere il gruppo di ricerca interdisciplinare dell’Università che opera nello studio e prevenzione delle cardiopatie a rischio di morte improvvisa nel giovane e nell’atleta. Il gruppo è composto dal professor Gaetano Thiene, responsabile della patologia cardiovascolare dell’Azienda Ospedaliera, e dai medici Cristina Basso, Alessandra Rampazzo, Gianfranco Buja, Domenico Corrado e Barbara Bauce, nonché da numerosi ricercatori universitari, medici ospedalieri, assegnisti di ricerca e rappresentanti di famiglie affette da cardiopatie ereditarie.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggi a Villa Contarini, giardini aperti, visite, spettacoli e sagre: il weekend a Padova

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • Clienti nel magazzino per sniffare cocaina tra una portata e l'altra: ristoratore in manette

  • Focolaio del Torresino: una persona positiva tenta la fuga, le forze dell'ordine lo bloccano (Video)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento