Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca Albignasego / Via Giorgione, 26

Arianna Petertini, Lilt: «Grazie alla Pink Run screening gratuito per cinque anni a cento giovani donne»

«Con i trentacinque mila euro donatici abbiamo avviato il progetto Luisa, un percorso di screening gratuito per cinque anni. Abbiamo inserito un centinaio di donne ma contiamo di arrivare a trecento. La Pink Run è una manifestazione unica anche per questo»

La prima volta che ha corso la Pink Run si svolgeva ancora Maserà. Sono passati e dieci anni e dieci edizioni e Arianna Petertini, segretaria provinciale di Lilt (Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori), non se ne è persa una. «Sono stata io che ho creato i contatti con gli organizzatori della Pink Run. Sono una realtà fenomenale, piena di entusiasmo e di positivià. Organizzazione come loro sono poche. Beneficenza la fanno in tanti, ma come la fanno loro sono al contrario davvero pochi. Loro la fanno al cento per cento, hanno una trasparenza unica che non sempre si riscontra in chi raccoglie fondi. Riescono con gli sponsor a coprire le spese di gestione dell’evento, che non sono proprio poche, e tutte le donazioni che arrivano vengono così divise tra le due onlus che si è deciso di premiare. Molto più spesso chi organizza eventi benefici destina solo una parte del ricavato, non tutto». L’appuntamento quest'anno è per domenica 19 settembre, in piazza della Frutta dove, dalle 10 alle 18 si svolgerà la manifestazione. Due le Onlus selezionate quest’anno: Women For Freedom e Braccio Di Ferro RFE Onlus. 

Lilit

Pink Run ha scelto Lilit per l’edizione 2019. Era una delle due beneficiarie scelte per quell’anno. «Si è corso sotto un diluvio universale, e nonostante questo si è riusciti a raccogliere settanta mila euro. Noi con quei trentacinque mila euro donatici abbiamo avviato il progetto Luisa, un percorso di screening gratuito per cinque anni. Abbiamo inserito un centinaio di donne ma potrebbero essere di più ma il Covid ci ha un po’ frenato. Contiamo di coinvolgerne trecento e di seguirle per cinque anni gratuitamente. Far passare il messaggio che la prevenzione è fondamentale non è sempre facile, perché è qualcosa che si fa da sani. E’ fino a che stiamo bene che dobbiamo abituarci a controllare, a fare le visite. Per questo è importante continuare a parlarne, Pink Run da anche questa possibilità in più».

Pink Run

Ogni anno si scelgono due nuove onlus, una scelta che Arianna Petertini condivide: «E’ corretto dare spazio e visibilità alle associazioni che ci sono. Ci sono realtà che magari si conoscono un po’ meno ma che fanno attività importantissime. E’ bene che una manifestazione come la Pink Run le valorizzino. Donazioni da trentacinque, quarantamila euro, non è facile trovarle e possono essere fondamentali per far partire progetti, come è stato per noi per il Progetto Luisa».  Prima di lasciarla le chiediamo se correrà anche quest’anno: «Correre? Oh no, io cammino».

d3b75549-003b-4e24-8ffb-3d196e868594-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arianna Petertini, Lilt: «Grazie alla Pink Run screening gratuito per cinque anni a cento giovani donne»

PadovaOggi è in caricamento