menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arresti per rapine e denunce: controlli a tappeto dei carabinieri tra Arcella, Stanga e stazione

La maxi-operazione ha visto coinvolti nella tarda serata di giovedì 18 uomini, unità cinofile e militari in abiti civili: in manette gli autori di due tentati furti

Tre arresti e due denunce. Nella tarda serata di giovedì 5 luglio i aarabinieri del Comando Provinciale di Padova hanno portato a termine un servizio di controllo del territorio che ha interessato i quartieri Arcella e Stanga e l’area della stazione ferroviaria. Importante il dispiegamento di forze, che ha visto impegnati 18 uomini su 7 autovetture, unità cinofile e militari in abiti civili. 

I denunciati

Dalle ore 18 in poi sono state controllate 107 persone che transitavano a piedi o in auto. Denunciati in stato di libertà un filippino di 46 anni residente a Padova per sottrazione o danneggiamento di cose sottoposte a sequestro (nel gennaio 2018 era riuscito a sottrarre dal luogo di custodia la sua Citroen C2 precedentemente confiscata dalla Prefettura e si era reso irreperibile facendone perdere le tracce) e un 36enne moldavo risultato privo di documento di identificazione e di permesso di soggiorno.

Il primo arresto

Nelle maglie del controllo è finito anche un 43enne tunisino, irregolare in Italia, tratto in arresto in quanto sulla sua testa pendeva già un'ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Padova: il nordafricano deve espiare la pena di otto mesi di reclusione (con multa di 2mila euro) per reati in materia di stupefacenti, commessi in Rubano nel dicembre del 2009. Espletate le formalità di rito, l'arrestato è stato portato nel carcere di Padova.

Il secondo arresto

Manette ai polsi anche per un rumeno di 52 anni per tentato furto aggravato: è successo nel negozio “Decathlon” di via Venezia, dove l’uomo è stato sorpreso mentre tentava di asportare tee paia di scarpe da ginnastica per un valore complessivo di 90 euro occultandole all’interno della propria giacca. L’uomo  è stato rinchiuso nelle camere di sicurezza della stazione dei carabinieri di Padova Principale, in attesa del processo per direttissima, fissato per venerdì.

Il terzo arresto

A fine serata i Carabinieri hanno invece arrestato per rapina aggravata un 31enne marocchino, irregolare e pregiudicato, il quale in via del Bigolo ha prima minacciato e quindi sottratto un portachiavi di valore, un orologio e una piccola somma in denaro a un 49enne padovano. Il nordafricano ha tentato di dileguarsi ma è stato intercettato e bloccato in via Bajardi dai militari, allertati direttamente dalla vittima. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita all’interessato, mentre il marocchino è stato portato al Due Palazzi a Padova.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento