menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si nascondevano in un campo nomadi dopo i furti a ripetizione nelle aree di sosta: arrestati

In manette due persone, accusate di almeno quattro colpi a danni di automobilisti e camperisti nell'area di sosta di Val di Sona a Sommacampagna (Verona)

Seminavano il panico nel Veronese. Ma la loro base era all'ombra del Santo: la squadra mobile ha arrestato due persone "residenti" in un campo nomadi di Padova, accusate di almeno quattro colpi a danni di automobilisti e camperisti nell'area di sosta di Val di Sona a Sommacampagna (Verona) nonché di un prelievo illecito con un Bancomat rubato.

I fatti

Ed è stato proprio quest'ultima mossa a consentire alla polizia stradale di Verona di chiudere il cerchio sui malviventi: le riprese delle telecamere a circuito chiuso della banca in cui è stato effettuato il prelievo sono state infatti confrontate con quelle registrate nell'area di sosta e unite alle ricerche effettuate dagli agenti sulla banca dati per risalire agli effettivi occupanti dell'auto utilizzata per i colpi e intestata ad altra persona. Le prove raccolte hanno consentito alla Procura di Verona di emettere le custodie cautelari che sono state poi eseguite dalla squadra mobile di Padova, che ha immediatamente trovato i ricercati arrestandoli. Nell’indagine è stato identificato anche un minore, che è stato denunciato.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sei ore di sospensione idrica nel quartiere: l'avviso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento