Detenzione di materiale esplosivo, due arresti: è la stessa sostanza usata dall'Isis

Nei guai sono finiti due giovani stranieri domiciliati a Pianiga (Venezia) di cui uno ammanettato ad Aosta mentre tentava di fuggire. I carabinieri continuano gli accertamenti

Sono stati ammanettati dai carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Padova due soggetti stranieri che sono stati trovati in possesso di 300 grammi di triperossido di triacetone, comunemente noto come Tactp, lo stesso che viene utilizzato dall'Isis per compiere le sue stragi.

Gli arresti

A finire nei guai sono stati Pavel Marcel Lucaci, romeno di 26 anni domiciliato a Pianiga (Venezia), già noto alle forze dell'ordine per reati contro il patrimonio e il connazionale Marius Iosif Mischian, 36 anni anche lui di Pianiga e anche lui pregiudicato. Il ventiseienne è stato sorpreso a Vigonza sabato sera nel giardino di un'abitazione in ristrutturazione di via via Carpanese mentre maneggiava su un sacchetto contenente della sostanza bianca mentre il complice è riuscito in primo momento a fuggire. Analizzato il contenitore, all'interno erano nascosti i circa 300 grammi di Tacpt. La sostanza dopo il campionamento è stata sequestrata e distrutta dagli artificieri, visto l'alto rischio di deflagrazione. La perquisizione dell'edificio ha consentito di ritrovare anche tutto il materiale per preparare l'esplosivo, gli strumenti per la sintesi e alcuni cavi elettrici. Nelle abitazioni dei due indagati sono state anche sequestrate alcune carte prepagate, dei telefonini e e dei computer.

Esplosivo 3-3

La fuga

Il trentaseienne, fuggito al primo controllo, è stato arrestato ad Aosta domenica all'interno di una struttura ricettiva in compagnia di un'altra persona risultata estranea ai fatti: fatale per lui è stato l'alert che si attiva una volta che ti registri in un hotel o in b&b. Sono in corso ulteriori indagini per capire a cosa sarebbe servito l'esplosivo. Con tutta probabilità i due soggetti volevano impiegarlo per gli assalti ai bancomat quando tramite marmotta viene inserito all'interno di una fessura per far saltare in aria lo sportello Atm. Al momento le piste investigative hanno escluso un eventuale utilizzo a fini terroristici.

Esplosivo 2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Lutto in questura a Padova: si è spento all'età di 36 anni l'agente delle volanti Michele Lattanzi

  • Coronavirus, Zaia: «Scommettiamo che prima di aprile il virus non se ne andrà?»

  • Violenza in Prato della Valle contro gli agenti di polizia: 4 operatori feriti, 5 arresti

  • Malore improvviso: è mancato nella notte il Primo Dirigente Medico della Polizia di Stato, Massimo Puglisi

Torna su
PadovaOggi è in caricamento