Accoltellamento in via Zabarella, arrestato anche il secondo aggressore: l'accusa è di tentato omicidio

L'agguato era stato effettuato il giorno di Sant'Antonio in un bar di via Zabarella: sull'aggressore, pregiudicato, pendeva anche un divieto di dimora

Non è stato lui a inferire la coltellata, ma ha partecipato attivamente. E per questo sono scattate le manette: la squadra mobile ha arrestato un tunisino di 33 anni con l'accusa di tentato omicidio in concorso. Il nordafricano, infatti, è il secondo aggressore che il 13 giugno, festa di Sant'Antonio, ha ridotto in fin di vita un connazionale in un bar di via Zabarella.

L'arresto

Il tunisino, senza fissa dimora e pregiudicato con diversi precedenti per droga e resistenza, è stato trovato in zona Arcella a casa della compagna marocchina. Sul capo dell'arrestato pendeva anche un divieto di dimora in provincia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Lutto in questura a Padova: si è spento all'età di 36 anni l'agente delle volanti Michele Lattanzi

  • Coronavirus, Zaia: «Scommettiamo che prima di aprile il virus non se ne andrà?»

  • Violenza in Prato della Valle contro gli agenti di polizia: 4 operatori feriti, 5 arresti

  • Malore improvviso: è mancato nella notte il Primo Dirigente Medico della Polizia di Stato, Massimo Puglisi

Torna su
PadovaOggi è in caricamento