Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca

L'uomo delle spaccate torna a colpire. Dopo la fuga rientra a Padova e finisce in carcere

Alassane Diop, 44enne senegalese, è stato arrestato e portato al Due Palazzi dai carabinieri su ordine del tribunale. Fu responsabile di almeno due colpi nell'autunno 2018

É stato uno dei principali protagonisti dell'autunno caldo delle spaccate in città, quello che due anni fa fece vivere una stagione di alta tensione a locali e negozi. Il questore lo scorso luglio lo aveva fatto trasferire in Puglia per rimpatriarlo, ma pochi mesi dopo l'africano è ricomparso a Padova dove ha messo a segno l'ennesimo furto.

Le spaccate

Lo avevano arrestato il 3 settembre 2018, ritenendolo responsabile di due colpi messi a segno la notte del 22 agosto ai danni dei negozi Antico Forno in via Cassan e via San Clemente. A farlo scoprire era stata l'imponente prestanza fisica: 1 metro e 90 d'uomo, che abbatteva a spallate le vetrine rinforzate. Lo avevano sospettato anche di un altro paio di furti, ma Alassane Diop non è solo un ladro seriale. Irregolare in Italia dal 1998, ha collezionato arresti, denunce e condanne per risse, rapine, furti, resistenza e spaccio, ma è stato accusato anche di lesioni e, nel 2016, di violenza sessuale nei confronti di una minorenne.

Il carcere

Il 14 giugno è stato arrestato dai carabinieri subito dopo aver commesso una spaccata in via Trieste e il giudice lo aveva condannato colpendolo con un divieto di dimora in città. Divieto che ha infranto, perché una settimana dopo è stato nuovamente individuato dai militari lungo corso del Popolo. I carabinieri hanno quindi chiesto al tribunale una aggravio della misura cautelare, mutata in ordine di carcerazione. Alle 18 di giovedì lo hanno rintracciato in città e tratto in arresto, consegnandolo al Due Palazzi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'uomo delle spaccate torna a colpire. Dopo la fuga rientra a Padova e finisce in carcere

PadovaOggi è in caricamento