Controlli sui treni: ubriaco rifila una testata a un agente. Due arresti e un'espulsione

É di due persone arrestate e una avviata all'espulsione il bilancio della stretta impartita dalla questura alle verifiche in ambito ferroviario sul territorio padovano

Gli agenti impegnati nei controlli nell'atrio della stazione di Padova

Un ricercato, un ubriaco violento, una clandestina. E poi il viavai di spacciatori e le scene di degrado. É il contesto che la polizia si sta impegnando a monitorare attentamente in città e non solo. Per questo nei giorni scorsi gli agenti della questura e quelli della polizia ferroviaria sono stati impegnati in una serie di servizi strordinari a bordo dei treni e in stazione.

Lotta al degrado nel piazzale

Nella zona del piazzale Stazione e di via Norma Cossetto una task force di agenti è arrivata giovedì pomeriggio, in uno degli orari di maggior afflusso in zona. Tutte le persone sorprese a bivaccare o sostare con comportamenti sospetti sono state identificate, per un totale di 37 stranieri di cui 17 pregiudicati. Nel frattempo la Polfer ha intercettato una giovane africana all'interno dello scalo, priva di documenti perché clandestina in Italia. La donna, 27enne nigeriana, è stata fermata e trattenuta in questura per avviare le pratiche di espulsione, che venerdì mattina l'hanno vista accompagnata al Centro di identificazione di Roma.

In fuga dalla Legge

A bordo di un treno della linea Padova-Rovigo, all'altezza della stazione di Terme Euganee, è invece stato ammanettato e trasferito in carcere un trentenne straniero. Durante un controllo dei documenti, il database ha infatti segnalato che l'uomo risultava ricercato e su di lui pendeva un ordine di carcerazione per un incidente stradale che aveva provocato nel 2012 guidando ubriaco. Trascorrerà al Due Palazzi i prossimi nove mesi, come disposto dalla sentenza di condanna.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Agente aggredito

É invece costata cinque mesi di reclusione a un italiano aggression nei confronti di un agente. L'uomo era stato segnalato a bordo di un treno regionale  Verona-Venezia dove, completamente ubriaco, non dava tregua agli altri passeggeri. In prossimità di Padova era intervenuta la Polfer, facendolo scendere e trasferendolo negli uffici. Lì, senza motivo, aveva sferrato una testata a un agente facendolo cadere a terra e guadagnandosi l'arresto per resistenza e lesioni successivamente convalidato in direttissima.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Padova usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: quattro morti in provincia di Padova, anche il custode di Villa Marin

  • Mascherine Grafica Veneta, da mercoledì 24 la distribuzione in 41 supermercati di Padova

  • «Chiudiamo i distributori a partire da mercoledì 25»: l'annuncio dei benzinai

  • Coronavirus, Zaia: «Si tornerà alla normalità, ma gradualmente. Non abbassiamo la guardia»

  • Pm10 alle stelle negli ultimi tre giorni a Padova e provincia: ecco le motivazioni

  • «Via libera alla vendita di piante e fiori»: boccata di ossigeno per 450 aziende padovane

Torna su
PadovaOggi è in caricamento