Dalle aggressioni a coltellate e bottigliate al lancio della fioriera: serata di terrore in pieno centro

Un tunisino è stato arrestato e un altro denunciato: tutto è partito dall'aggressione a un nordafricano da parte dei cugini del suo "fidanzato", contrari al loro amore

Una storia complicata, da raccontare nei minimi dettagli. E terminata con un arresto da parte della polizia per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale e con una denuncia per rapina e lesioni.

I fatti

Tutto ha inizio alle ore 23.30 di sabato 10 agosto, quando in Prato della Valle un tunisino viene aggredito e derubato (del telefonino e di 80 euro) dai cugini del "fidanzato", contrari alla loro storia d'amore. Il nordafricano scappa verso via Umberto I ma viene nuovamente raggiunto da uno degli aggressori e ferito al braccio con un coltello. La fuga del tunisino termina al Bassanello, dove viene soccorso dal personale del Suem 118 e portato in ospedale con una prognosi di 15 giorni, ma c'è un primo colpo di scena: nel frattempo uno dei suddetti cugini del fidanzato viene a sua volta aggredito - sempre in via Umberto I - da uno sconosciuto e preso a bottigliate in testa. Anche lui, dunque, finisce in ospedale (8 giorni di prognosi), dove accade un altro fatto imprevisto: al pronto soccorso arriva un terzo tunisino, anch'egli ferito, il quale voleva scagliarsi nuovamente contro il primo connazionale e che per la rabbia ha provato a lanciare una fioriera contro una vetrata. A scongiurare il tutto ci hanno pensato i poliziotti, che lo hanno bloccato appena in tempo: nell'occasione uno degli agenti è anche rimasto ferito, riportando una prognosi di 5 giorni. Risultato finale: il nordafricano resosi protagonista della "scenata" in ospedale è stato arrestato, mentre l'aggressore dell'omosessuale è stato denunciato. Postilla extra: tutti e tre i protagonisti della vicenda sono irregolari, e quindi lunedì l'ufficio immigrazione deciderà la loro "sorte".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

Torna su
PadovaOggi è in caricamento