Tra spaccio, pestaggi e arresti: polizia locale in azione in zona San Carlo

Servizi mirati da parte degli agenti per contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti: arrestato un cinese per spaccio di "Shaboo" ed evasione dagli arresti domiciliari

A seguito di numerose segnalazioni da parte dei cittadini residenti nella zona San Carlo, grazie anche all'istituzione dei gruppi di "Controllo del Vicinato", personale della Polizia Locale del Reparto Polizia Giudiziaria, unitamente a personale della Polizia di Prossimità - Squadra Nord, si è attivato per svolgere servizi mirati a contrastare il fenomeno dello spaccio di sostanze stupefacenti.

Droga

In particolare nella giornata di lunedì 29 luglio operatori in abiti borghesi e in divisa si sono appostati per attività di osservazione in zona San Carlo, notando verso le ore 16 nell'area verde adiacente a via Agostini un uomo - poi rivelatosi di nazionalità italiana - prendere contatto con un nordafricano che bazzicava da tempo in zona con fare sospetto. Dopo una breve conversazione, il nordafricano è stato raggiunto da due presunti connazionali da lui richiamati, uno dei quali ha ceduto un involucro all'italiano in cambio di denaro. Una volta allontanatosi l'acquirente, fermato dagli agenti operanti, ha consegnato spontaneamente quanto poco prima acquistato, vale a dire meno di un grammo di cocaina. Il soggetto, nato nel 1974 e residente in provincia di Padova, è stato accompagnato negli uffici del Comando, dove gli è stata contestata la violazione amministrativa (poi trasmessa al Prefetto) per aver acquistato per uso personale sostanza stupefacente, poi sequestrata.

Pestaggio

Nel frattempo i due nordafricani, pedinati, una volta spostatisi in piazzale Azzurri d'Italia hanno iniziato a picchiarsi: gli agenti, vista la scena, sono intervenuti immediatamente bloccando l'aggressore, un 19enne clandestino di nazionalità tunisina, che si era accanito su un 15enne, sempre tunisino. I due sono stati identificati e perquisiti, con ritrovamento di contanti nelle tasche del minorenne, soccorso da un'ambulanza in quanro evidenziava delle tumefazioni ed escoriazioni procurategli dal connazionale. Entrambi i nordafricani sono stati poi deferiti a piede libero per spaccio di stupefacenti.

6F2ABF69-B120-492F-8ED2-60EB463B3D8D-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arresto

Giovedì primo agosto, invece, la Polizia Locale ha nuovamente organizzato un servizio analogo sempre in zona San Carlo. Gli agenti in appostamento hanno notato anche in questo caso un soggetto di nazionalità italiana che acquistava da un nordafricano un involucro. L'acquirente, un uomo del 1970 residente a Padova, è stato bloccato mentre stava per preparare lo stupefacente per fumarlo: dopo essere stato fermato dagli operatori gli è stato sequestrato l'hashish e gli è stata contestualmente ritirata la patente di guida. Un'ora dopo, gli agenti della polizia locale hanno poi notato nel parcheggio che si trova dietro la galleria San Carlo (lato via Zanchi) un filippino - già noto agli agenti per essere dedito allo spaccio di stupefacenti - prendere contatto con un cinese. I due si sono quindi spostati verso via Bordon (lato via Reni): a quel punto il cinese ha chiesto al filippino di aspettare in quanto doveva salire in un appartamento per prendere quanto chiesto. Vale a dire poco meno di un grammo di "Shaboo", sostanza del tipo metanfetamina: il filippino - che inizialmente si era rifiutato di consegnare agli agenti la sostanza appena ricevuta - è stato indagato per spaccio in concorso con colui che gliela aveva ceduta. Vale a dire il cinese, il quale nel frattempo era stato fermato dagli operatori ed accompagnato presso gli uffici del Comando, dov'è stato identificato: al 28enne sono stati sequestrati due cellulari e una somma di denaro pari a 280 euro, verosimilmente provento da attività illecite. Gli agenti hanno quindi perquisito la sua abitazione in via Reni, dove è stato rinvenuta altro "Shaboo" con bilancini e bustine per preparare le confezioni. Finale a sorpresa: dopo ulteriori accertamenti il cinese è risultato sottoposto agli arresti domiciliari, da cui era dunque evaso. E dati anche i precedenti specifici per spaccio l'uomo è stato arrestato e accompagnato in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto a Maserà: muore insegnante di religione del Pietro d'Abano

  • Tragico incidente sulla Sr 308, morti il 19enne alla guida dell'auto e il camionista

  • In vacanza in Sardegna, cade dalla scogliera e muore sul colpo: lavorava all'ospedale di Padova

  • «Il suo reparto è in lutto con noi tutti»: infarto fatale per Elena, 39enne infermiera padovana

  • Tragedia nell’Alta Padovana: malore improvviso, 16enne perde la vita

  • Mister Italia 2020: un 27enne di San Martino di Lupari vola in finale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento