menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nottata di controlli all'Arcella: setacciati i bar. Arresti, denunce ed espulsioni

Un pattugliamento intensivo è stato svolto dagli agenti della questura nel quartiere Arcella la sera di giovedì con il supporto del Reparto prevenzione crimine

Su un totale di 65 persone controllate sono stati eseguiti un arresto, tre denunce. Quattro gli espulsi tra cui un noto spacciatore e dieci i locali passati al setaccio.

Arresti e denunce

A finire in manette è stato il 46enne congolese Lumpungu Maole A Maole, destinatario di un ordine di carcerazione per resistenza a pubblico ufficiale. Denunciato invece un giovane tunisino che oltre a essersi spacciato per minorenne aveva anche delle banconote false. Controllato in galleria San Carlo e trasferito in questura, si è scoperto che era in realtà maggiorenne ed essendo irregolare è stato trattenuto all'Ufficio immigrazione. Segnalato invece al prefetto un 50enne di Castelfranco, fermato a bordo dell'auto condotta da un concittadino in via Reni con una dose di cocaina. E in strada, ma stavolta in via Madonna del Rosario, è stato bloccato dopo un inseguimento a piedi un 22enne marocchino. Fotosegnalato, è stato denunciato per resistenza.

Bar

Dieci i locali pubblici controllati, in cui sono stati identificati gli avventori tra cui diversi pregiudicati. Tra questi i bar Vittoria, Borgomagno, Atlantic e Sport. Al bar Des Amis è stato trovato un tunisino di 41 anni irregolare poi avviato all'espulsione. Stessa sorte per un connazionale 18enne scoperto al bar Kirone e per altri due avventori del bar Jolly, un marocchino 39enne e un tunisino 37enne. Controllati anche il Rock Cafè al centro commerciale La Corte, il Wilkele Cafè e il Caffè Borgomagno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento