menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto: archivio)

(foto: archivio)

Un'intera notte di lotta allo spaccio: tra arresti ed espulsioni spunta un chilo di droga

Bilancio fruttuoso per il maxi controllo allestito da una task force dei reparti della polizia di Stato. Sorvegliate speciali le zone della stazione ferroviaria e dell'Arcella

É durato oltre dieci ore il servizio straordinario che nella notte tra giovedì e venerdì ha visto impegnati gli uomini della Squadra volante, della Squadra cinofili e dell'Ufficio immigrazione della questura insieme ai colleghi del Reparto prevenzione crimine.

I numeri

Obiettivo del controllo partito alle 19 e proseguito fino all'alba era la lotta ai fenomeni di spaccio e all'immigrazione clandestina, che ha portato gli agenti a tornare in piazzetta Gasparotto e in varie parti dell'Arcella. Circa cinquanta la persone identificate, con un arresto, una denuncia e due espulsioni. Lungo via del Giglio, alle spalle del parco Morandi, l'impiego dei cani Kamikaze e Aiko ha permesso di recuperare 930 grammi di hashish nascosti, che immessi sul mercato avrebbero fruttato più di 10mila euro.

I provvedimenti

In manette è finito Titi Latyr, 30enne nigeriano noto per diversi precedenti legati allo spaccio di droga. L'uomo era gravato da un ordine di carcerazione della procura di Padova che lo ha portato al Due Palazzi ove sconterà un anno e un mese. Denunciato invece un 21enne tunisino che aveva ricevuto dal questore di Perugia un ordine di espulsione mai rispettato, poiché il giovane si era soltanto spostato a Padova. E lo stesso ordine è stato imposto nel corso della notte a un nigeriano e un altro tunisino, finiti in questura con altri tre stranieri dopo essere stati identificati in strada.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Come fare una manicure semipermanente in casa senza l’uso della lampada

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento