menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spaccio di droga in pieno centro con tanto di mazza per difendersi: due tunisini nei guai

Succede a Padova: un 25enne è stato denunciato per detenzione di sostanze stupefacenti e oggetti atti a offendere, mentre per un 21enne è scattato il processo per direttissima

Un arresto (con tanto di processo per direttissima) e una denuncia. Ma il motivo è il medesimo: detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. E a finire nei guai sono due tunisini.

L'arresto

La situazione più grave riguarda M.W., 21enne, arrestato alle ore 22 di venerdì dai carabinieri del nucleo operativo e radiomobile in pieno centro a Padova, in corso Vittorio Emanuele II: il nordafricano, irregolare e già sottoposto alla misura cautelativa del divieto di dimora in Veneto, è stato trovato in possesso di due involucri contenenti rispettivamente 0.80 grammi di cocaina e 0.35 grammi di hashish. Il giovane, trattenuto nelle camere di sicurezza della stazione dei carabinieri di Padova, verrà processato per direttissima nella mattinata di sabato.

La denuncia

E sempre in zona centro città è stato fermato alle ore 12.30 circa di venerdì V.R., tunisino 25enne anch'egli irregolare. I carabinieri della stazione di Prato della Valle lo hanno bloccato in via Savonarola e trovato in possesso di 0.71 grammi di hashish, un bilancino di precisione e materiale vario utilizzato per il confezionamento della droga. Ma grazie ad una perquisizione più approfondita i militari dell'Arma hanno rinvenuto anche la somma di 335 euro (ritenuti proventi dello spaccio) nonché una mazza metallica. Il tunisino è stato dunque deferito in stato di libertà per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio e detenzione di oggetti atti ad offendere.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento