menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'arma sequestrata dai carabinieri

L'arma sequestrata dai carabinieri

Ospedaletto, nascondeva una pistola scacciacani in taverna: arrestato

In arresto S.S., 53enne, disoccupato, incensurato, residente nella Bassa. I carabinieri sono arrivati al ritrovamento dell'arma a seguito di una perquisizione disposta dopo il furto di un cellulare all'interno di un bar del paese del quale era stato accusato

Una pistola scacciacani modificata occultata in taverna. È questo l'esito della perquisizione effettuata martedì dai carabinieri nell'abitazione di S.S., 53enne, disoccupato, incensurato, residente ad Ospedaletto Euganeo.

SCACCIACANI. La perquisizione è stata disposta a seguito di una denuncia a piede libero per il furto aggravato di un telefono cellulare commesso l'8 luglio scorso all'interno di un bar di via Roma. Le telecamere della videosorveglianza avevano portato all'identificazione del 53enne quale autore del colpo. Nella sua abitazione non è stato trovato il cellulare ma una pistola scacciacani priva di tappo rosso e 5 cartucce calibro 9 Luger.

ARRESTO. Attraverso la consulenza di un esperto, i militari hanno accertato che l'arma era stata modificata mediante la foratura della canna e trasformata in arma comune da sparo, in questo caso clandestina, in quanto priva di alcun contrassegno identificativo. Il 53enne è stato arrestato per detenzione illegale di arma clandestina e condotto al carcere di Rovigo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento