Pendolari bloccati in treno: senza biglietto, aggredisce il controllore per evitare la multa

La scenata di uno straniero ha costretto il macchinista di un regionale a sostare in stazione per quasi mezz'ora. Rifiutandosi di scendere, ha tentato di picchiare anche i carabinieri

I carabinieri all'interno della stazione ferroviaria di Monselice

Non solo viaggiava abusivamente su un mezzo pubblico con addosso della droga, ma ha anche aggredito controllore e carabinieri. Il tutto mentre i passeggeri attendevano la fine della scenata per poter ripartire nonostante il ritardo considerevole.

Il controllo a bordo

Viaggio da dimenticare per chi lunedì pomeriggio si è trovato a bordo del treno regionale delle 14.41 che da Padova era diretto a Rovigo. Poco dopo la partenza il capotreno ha cominciato a controllare i biglietti dei passeggeri, fino a raggiungere la carrozza dove si era sistemato un 35enne nigeriano. L'uomo doveva raggiungere il capoluogo polesano per rientrare nella sua abitazione di Villadose, ma prima di salire a bordo non ha acquistato il ticket. Il controllore gli ha chiesto le generalità per compilare la multa e lo straniero per tutta risposta lo ha insultato lanciandogli addosso delle monetine con fare sprezzante.

Raptus violento

La discussione con l'africano insolvente è proseguita, sempre più accesa, fino a Monselice. Spintonato e minacciato dal passeggero, il capotreno ha fatto fermare il mezzo e chiamato i carabinieri della compagnia di Abano che, arrivati in stazione in pochi minuti, hanno avuto anch'essi una buona dose di offese. Dalle parole si è passati ai fatti, perché mentre il nigeriano veniva accompagnato fuori dal treno, ha cercato di colpire i militari che sono stati costretti a immobilizzarlo.

L'arresto

La scena si è svolta davanti agli occhi degli altri passeggeri, bloccati a bordo dei vagoni da ormai venti minuti. Solo una volta preso in consegna dai carabinieri l'irruento 35enne il convoglio è ripartito alla volta di Rovigo. Perquisendolo sono anche state trovate dieci dosi di marijuana da un grammo ciascuna, che gli sono costate una denuncia per detenzione ai fini di spaccio che si aggiunge a quella di interruzione di pubblico servizio. Godday Eghobase è poi stato arrestato per resistenza e violenza a pubblico ufficiale e, informato il magistrato di turno, rilasciato in attesa del processo.

I precedenti

Irregolare in Italia, a luglio scorso era già stato protagonista di un episodio analogo a bordo di un treno nella zona di Rovigo, per il quale era stato denunciato. Resta da chiarire la sua posizione nel mondo dello spaccio: la quantità di droga potrebbe far pensare che il 35enne stesse rentrando in Polesine dopo essersi rifornito di marijuana nel capoluogo euganeo. Le indagini sono ancora in corso.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Padova usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

  • Via libera all'assunzione di 500 giovani medici: la rivoluzionaria scelta della Regione Veneto

  • Tumori, scoperto il meccanismo per il controllo della proliferazione cellulare

  • Ferragosto da bollino rosso sulle autostrade venete: giorni di traffico intenso

  • Fine mese all'insegna dei cantieri: strade chiuse fino a due mesi tra il centro e i quartieri

I più letti della settimana

  • Terribile frontale auto-moto, gamba amputata per i due centauri padovani: sono in pericolo di vita

  • Decide di farla finita lanciandosi dal terzo piano di un hotel del centro: tragico suicidio a Padova

  • Fermata e soccorsa mentre corre nuda in centro a Padova: «Sono sonnambula»

  • Tentato stupro vicino alla sagra: strattonata e trascinata da due uomini verso un vicolo

  • Drammatico incidente stradale nella Bassa: 36enne muore in ospedale per le gravi lesioni subite

  • Pedone falciato da un'auto all'altezza del cantiere: due i feriti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento