menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Spacciatore a 18 anni, giovane padovano tradito dal controllo al bar sotto casa

Cocaina, cellulari, contanti, materiale da confezionamento. Tutti elementi che non hanno lasciato dubbi agli inquirenti sull'attività illegale del giovane. Si attende l'esito dell'udienza

Quello che sembrava un ragazzo che si era concesso un semplice spinello, è invece stato arrestato con l'accusa di essere uno spacciatore.

Movimenti sospetti

I guai per il 18enne padovano C.A.Z. sono cominciati nel tardo pomeriggio di martedì. Il ragazzo è stato notato e controllato in via dell'Ippodromo da una pattuglia dei carabinieri subito dopo essere uscito da un locale della zona. Diretto a casa, il giovane ha vuotato le tasche e consegnato ai carabinieri un piccola dose da 0,7 grammi di marijuana. Una quantità non sufficiente a farlo arrestare, ma che ha spinto i militari ad approfondire le verifiche.

Il tesoretto in casa

Nell'abitazione la situazione si è complicata quando sono spuntate 29 dosi di cocaina già imbustate, per 15 grammi totali, un bilancino e diversi strumenti per preparare e confezionare la droga. Tutto l'occorrente per spacciare insomma, che insieme a 1550 euro in contanti hanno lasciato ben pochi dubbi sulle attività illecite del ragazzo. Arrestato per detenzione ai fini di spaccio, il 18enne ha passato una notte agli arresti domiciliari fino al processo per direttissima, fissato nella tarda mattinata di mercoledì.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento