Dopo sette anni la Giustizia presenta il conto: arrestata, si rifugiava nel campo nomadi

Una quarantacinquenne è stata ammanettata e posta agli arresti domiciliari dopo essere stata rintracciata nell'Alta Padovana. Le viene contestato un furto risalente al 2013

(foto: archivio)

Durante il processo e la condanna per quel furto risalente a ormai sette anni fa, D.P. aveva fatto perdere le proprie tracce. Almeno fino a mercoledì, quando i carabinieri l'hanno trovata e arrestata.

L'arresto

La donna, 45enne italiana appartenente a una famiglia di origine nomade ma stanziale da decenni, è stata raggiunta mercoledì pomeriggio all'interno del campo di via Ronchi, nelle campagne di Borgoricco, dai militari di Campodarsego. Le è stato notificato l'ordine di custodia cautelare emesso nei suoi confronti dalla procura di Treviso, che ne disponeva gli arresti domiciliari per scontare otto mesi di reclusione in seguito alla condanna per un furto commesso nel 2013 a Montebelluna (Treviso). La 45enne, già nota alle forze dell'ordine, è dunque stata dichiarata in arresto e trasferita nel suo domicilio dove dovrà restare fino a novembre oltre a dover pagare un'ammenda di 160 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Investito in bicicletta dal rimorchio di un camion: 14enne in fin di vita

Torna su
PadovaOggi è in caricamento