Dalla richiesta di indossare la mascherina al ritrovamento di 40 kg di marijuana: doppio arresto

Tutto è iniziato con i carabinieri che fermano un uomo con un pesante pacco in mano per invitarlo a indossare la mascherina

I carabinieri con la marijuana sequestrata

E pensare che è tutto partito da un semplice controllo anti-Coronavirus: i carabinieri del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Padova hanno arrestato H.Z., 31enne di origini cinesi residente a Padova, e il suo connazionale J.C., 34enne senza fissa dimora, per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, sequestrando circa 40 chilogrammi di marijuana.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fatti

È successo intorno alle ore 11 di venerdì 9 ottobre a Padova: una pattuglia, transitando in via della Croce Rossa, ha notato che il 31enne, dopo essere sceso dalla sua Audi A4, si è guardato più volte intorno prima di aprire il portabagagli e prelevare un pacco voluminoso per poi portarla alla vicina azienda di spedizioni. Il problema è che lo stava facendo senza mascherina: i militari dell'Arma sono quindi scesi dall'auto per invitare l'uomo a indossarla, notando subito da parte del suddetto non solo un grande nervosismo ma anche un'evidente fatica a sostenere il pacco. A quel punto i carabinieri chiedono spiegazioni sul contenuto dello stesso al cinese, il quale non risponde, costringendoli così ad aprire il plico: al suo interno c'erano sette confezioni sottovuoto di marijuana, per un peso complessivo di 9,3 Kg. A quel punto la perquisizione si sposta nell'abitazione del 31enne, in via Manara, dove i carabinieri trovano - nel garage - altri due pacchi identici contenenti in tutto 14 kg di marijuana. Le sorprese, però, non sono finite: nell'appartamento viene rinvenuta la chiave di una Citroen C5 parcheggiata nella vicina via Mamiani, e quando i militari dell'Arma si recano sul posto trovano sui sedili posteriori (e protetto alla vista esterna dai vetri oscurati) il 34enne che stava sigillando due pacchi identici agli altri, questa volta contenenti 16 kg di marijuana. I due uomini di origini cinesi si trovano ora al Due Palazzi di Padova.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Questa cosa non dura due settimane, abbiamo un progetto che arriva a maggio 2021»

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, il prof. Ursini difende Andrea Crisanti: «Parole sgradevoli dal professor Palù»

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento