Beccata con sei chili di marijuana nella valigia: richiedente asilo nigeriana in manette

Fermata dalla polizia ferroviaria in stazione a Padova, aveva una ricevuta di presentazione istanza per rilascio di un permesso di soggiorno per motivi di protezione internazionale rilasciata dalla Questura di Roma

I sei maxi-involucri di marijuama trovati all'interno del bagaglio

Era partita nella mattinata di sabato 17 agosto dalla stazione di Roma e poi con un treno regionale da Bologna era giunta a Padova alle ore 10.15, con al seguito una sola borsa di grosse dimensioni. Evidentemente, però, ignorava che in tutta la provincia erano state programmate da tempo per la settimana di Ferragosto dei servizi di vigilanza disposti dal Ministero per assicurare la sicurezza dei trasporti e dei viaggiatori che in questo periodo affollano i treni. Ed è finita in manette: guai per una 23enne nigeriana residente nella località di Castelverde a Roma.

I fatti

Teatro dell’accaduto la stazione di Padova: una pattuglia appiedata della Polizia Ferroviaria nota la ragazza in attesa del treno sul binario 3 senza che il display segnalasse l’arrivo di alcun treno. Gli agenti si avvicinano a lei per identificarla e come documento ricevono una ricevuta di presentazione istanza per rilascio di un permesso di soggiorno per motivi di protezione internazionale rilasciata dalla Questura di Roma. Viene  quindi accompagnata in ufficio, e negli ambienti chiusi della Polfer si intuisce subito che c’è qualcosa che non va. O meglio, lo si percepisce a naso: dal borsone in possesso della donna fuoriesce infatti un fortissimo odore di “erba”, al punto che gli agenti devono aprire tutte le finestre per rendere l’aria respirabile. I poliziotti chiedono dunque alla donna di aprire il borsone, e lei cerca di giocare il jolly affermando che la valigia non è sua e che quindi ne ignora il contenuto. Ma è bastato aprire il bagaglio per scoprire il malloppo: al suo interno sono state rinvenute sei confezioni di cellophane contenenti marijuana per un totale complessivo di 6 chili. La ragazza nigeriana, che non annovera precedenti importanti, è stata arrestata e portata nel carcere femminile di Verona.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due anni di canone Telepass gratuito per chi risiede a Padova e provincia: l'iniziativa

  • Andrea Pennacchi: «So taca na machina, ma respiro. Grazie a tutti i medici, sono in buonissime mani»

  • Manifestazione #IoApro: l'elenco di bar e i ristoranti che aderiscono all'iniziativa

  • Famiglia si sbronza per "dimenticare" il parente morto: 17enne sviene, i genitori sfondano la porta del pronto soccorso per farlo curare

  • Solesino: primo comune italiano a dotarsi di un'Alfa Romeo Stelvio per la polizia locale

  • La pasticceria Le Sablon fa servizio al tavolo per #ioapro: prese le generalità a clienti e titolare

Torna su
PadovaOggi è in caricamento