Dalla conoscenza a bar all'estorsione: alla consegna del denaro si presentano i militari

Arresto in flagranza per un ventenne che ha minacciato e aggredito un uomo di Abano per costringerlo a consegnargli dei contanti. La vittima ha però chiesto aiuto in caserma

I carabinieri di Abano Terme sul luogo dell'arresto

Gli esatti contorni della vicenda che lega Yousef Fellah, 23enne marocchino, e un 33enne italiano di Abano Terme sono ancora al vaglio. Quel che è certo è che il primo ha imbastito una vera e propria estorsione nei confronti del secondo, che lunedì gli è valsa le manette.

La prima aggressione

A far partire l'indagine la scorsa settimana è stata la visita nella caserma di Abano da parte del 33enne, residente in paese. Il giovane, disperato, ha raccontato agli inquirenti di essere rimasto vittima del marocchino che avrebbe conosciuto qualche giorno prima in un bar della zona. Secondo l'aponense, lo straniero avrebbe avviato una conversazione arrivando ben presto a chiedergli cento euro. Il padovano aveva rifiutato spiegando di non avere con sè il denaro, ma il diniego avrebbe scatenato la reazione violenta di Fellah che lo avrebbe minacciato e colpito a pugni e schiaffi.

Le intimidazioni e la trappola

Dopo quel primo spiacevole incontro il marocchino ha continuato a pretendere il denaro bersagliando la vittima con una sfilza di telefonate. Le intimidazioni sono durate fino a lunedì pomeriggio quando il 33enne, in accordo con i carabinieri, ha accettato l'incontro. Si sono accordati per vedersi poco dopo in piazza del Sole e della Pace dove, puntualissimo, Fellah è caduto nella trappola. L'italiano gli ha allungato la banconota da cento euro e in quell'istante i carabinieri in borghese hanno accerchiato il 23enne.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'arresto

Trasferitolo in caserma e sequestratagli la banconota incriminata, Yousef Fellah è stato arrestato con l'accusa di estorsione. Essendo il giovane già noto alle forze dell'ordine per diversi precedenti, la procura della Repubblica ha disposto che fosse immediatamente consegnato al carcere di Due Palazzi dove è arrivato in serata.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • Focolaio del Torresino: una persona positiva tenta la fuga, le forze dell'ordine lo bloccano (Video)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento