Ai domiciliari per aver rapinato un soldato: l'evasione costa il carcere a un ventenne

Un giovane di origine vicentina si è allontanato dall'abitazione dove stava scontando i domiciliari nell'Estense. Una volta rintracciato è scattato l'inasprimento della misura cautelare

(foto: archivio)

É uscito di casa nel pomeriggio di domenica, raggiungendo il centro di Vighizzolo d'Este. Una scelta che è costata il carcere a un ragazzo di vent'anni, dal momento che il giovane era sottoposto agli arresti domiciliari.

L'evasione e la rapina

A finire in arresto con l'accusa di evasione è Renè Gabrieli, classe 1999. Il ragazzo è stato intercettato e ammanettato dai carabinieri di Ponso a cui domenica pomeriggio è stato segnalato il suo allontanamento dall'abitazione di Vighizzolo dove da gennaio è ristretto ai domiciliari. Il giovane originario di Vicenza all'alba dello scorso 5 ottobre insieme a due complici è stato autori di una violenta rapina nel capoluogo berico ai danni di un soldato statunitense in servizio alla caserma Del Din a cui il trio aveva rotto una costola e uno zigomo per rubargli il cellulare. Rintracciato nel piccolo comune della Bassa Padovana, nei confronti di Gabrieli è scattato l'aggravio della misura cautelare, pertanto su ordine dell'autorità giudiziaria il ventenne è stato trasferito nel carcere di Rovigo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strade insanguinate: perde il controllo dell'auto sui Colli, muore noto barista di 31 anni

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Tragedia nel pomeriggio: auto esce di strada, morto un 19enne e grave un coetaneo

  • Malore improvviso: è mancato nella notte il Primo Dirigente Medico della Polizia di Stato, Massimo Puglisi

  • Si schianta con un ultraleggero nella Bassa: morto il pilota 52enne

Torna su
PadovaOggi è in caricamento