Cronaca

Dava lavoro ai clandestini, ora torna a evadere dai domiciliari. Rintracciata e arrestata

Una 52enne è finita nuovamente in arresto con l'accusa di evasione per essersi allontanata dall'abitazione in cui era ristretta per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina

(foto: archivio)

É uscita di casa, nonostante le restrizioni imposte dall'emergenza sanitaria e nonostante la misura cautelare degli arresti domiciliari. Un vizio non nuovo, costato l'ennesimo arresto alla 52enne cinese di Correzzola, Ying Zhang Jin.

I precedenti

La donna era finita ai domiciliari dopo l'accusa di favoreggiamento dell'immigrazione clandestina poiché nella sua attività commerciale impiegava dei connazionali privi del permesso di soggiorno e di fatto irregolari in Italia. Pur ristretta nella sua abitazione di Correzzola, già lo scorso anno era stata protagonista di un'evasione costatale l'arresto dal momento che si era allontanata di casa seppur per un breve tragitto. La misura era stata ripristinata ma la notte tra lunedì e martedì un nuovo controllo da parte dei carabinieri ha permesso di scoprire che ancora una volta la 52enne era uscita senza autorizzazione.

L'arresto

Sulle sue tracce si sono messe le pattuglie del Nucleo radiomobile di Piove di Sacco che l'hanno rintracciata in via Papa Giovanni XXIII nella frazione di Civè. Trasferita in caserma e informata l'autorità giudiziaria, Ying Zhang Jin è stata nuovamente arrestata per evasione e riaccompagnata al suo domicilio per il ripristino della detenzione domiciliare.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dava lavoro ai clandestini, ora torna a evadere dai domiciliari. Rintracciata e arrestata

PadovaOggi è in caricamento