Cronaca Monselice / Via Trento Trieste, 52A

Auto pacheggiate nel mirino dei ladri: scatta il doppio arresto

Nei guai un 27enne e un 32enne, arrestati rispettivamente per furto aggravato e inosservanza di provvedimento dell'autorità e per furto aggravato e ricettazione

Uno in stazione a Monselice, l'altro in pieno centro a Padova. Ma nonostante i chilometri di distanza l'esito è lo stesso: M.R., 27enne residente a Marostica (Vicenza) e già noto alle forze dell'ordine e A.M., 32enne di origini moldave residente a Padova, sono stati arrestati rispettivamente per furto aggravato e inosservanza di provvedimento dell'autorità e per furto aggravato e ricettazione.

Monselice

I carabinieri di Monselice sono giunti alle ore 19 di venerdì 13 marzo nel parcheggio della locale stazione ferroviaria dove il 27enne aveva da poco infranto il finestrino anteriore di una Renault Megane di proprietà di un 29enne del posto per impossessarsi di uno smartphone al suo interno. Il ladro aveva cercato di allontanarsi dopo il colpo, ma è stato bloccato e ammanettato per poi essere successivamente liberato su disposizione dell'autorità giudiziaria.

Padova

Il 32enne di origini moldave ha invece agito a Padova nella notte tra venerdì 13 e sabato 14 marzo: intorno alle ore 2.30 i carabinieri del Norm è stato colto in flagrante in via San Fermo mentre cercava di rubare effetti personali da una Porsche Panamera. E ai militari dell'Arma è bastato fare un rapido e immediato accertamento per appurare che poco prima si era anche reso responsabile di una Bmw parcheggiata in Largo Europa. La successiva perquisizione personale ha consentito di rinvenire un martello rompivetro e 13 euro in moneta, mentre quella domiciliare ha portato al ritrovamento di uno smartphone rubato. L'uomo è stato quindi denunciato anche per ricettazione e si trova ora agli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Auto pacheggiate nel mirino dei ladri: scatta il doppio arresto

PadovaOggi è in caricamento