Borseggiata in Prato, il fidanzato blocca il ladro. Il furto sfuma ma non evita il carcere

Un quarantacinquenne è finito al Due Palazzi dopo aver derubato una giovane donna all'Isola Memmia. Aveva alle spalle una condanna per rapina emessa a fine maggio

La zona in cui è avvenuto il borseggio

Era ricercato da più di una mese Brahim Sasbou, eppure non si è fatto scappare l'occasione per derubare una ragazza. Il fidanzato della vittima lo ha fermato, ma lo straniero è scappato ed è stato poi rintracciato dalla polizia.

Colpo fallito

Alle 22 di domenica una giovane coppia sta scambiando due chiacchiere all'Isola Memmia. Sono seduti fianco a fianco, per questo non si accorgono subito del nordafricano che li raggiunge alle spalle e afferra la borsetta della ragazza. Il fidanzato a quel punto lo vede, si volta di scatto e lo blocca facendogli lasciare il bottino. Sembra tutto finito e lo straniero alla prima occasione se la dà a gambe verso il Santo.

In carcere

Alla scena però hanno assistito alcuni testimoni e due di loro segnalano il fatto alla polizia. Raccolta la descrizione del fuggiasco una volante lo rintraccia in via Rudena. É senza documenti, ma dichiara di chiamarsi Brahim Sasbou. Non ha mentito: inseriti nome e impronte digitali nel database oltre alla conferma è emerso anche il decreto di carcerazione dalla procura di Padova risalente al 21 maggio. Sasbou, condannato per rapina, trascorrerà i prossimi 11 mesi e 28 giorni in cella.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue sulle strade padovane: frontale auto-furgone, un morto e due feriti

  • Luca Zaia attacca Poiana: «Non si può andare in tv a sputtanare il Presidente della Regione, ditelo a Pennacchi»

  • Clio all'ombra del Santo: apre a Padova il temporary store della celebre make-up artist

  • Tragedia lungo l'autostrada: padovano schiacciato sotto il suo camion

  • 30 secondi di pura magia: il video spot del Natale a Padova

  • Un corpo riaffiora dal canale. Il deambulatore abbandonato prima della tragedia

Torna su
PadovaOggi è in caricamento