menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cameriere in manette: scoperto via smartphone mentre ruba in un locale

É stato arrestato il 40enne che tra mercoledì e giovedì si è introdotto in un ristorante della zona industriale. A incastrarlo sono state le immagini in tempo reale della videosorveglianza

Essere "del mestiere" non lo ha fermato dallo svaligiare un locale. Dopo il turno di lavoro come cameriere un 40enne romagnolo si è infatti improvvisato ladro, ma il sistema di allarme lo ha portato all'arresto.

L'allarme sul cellulare

Sono le 2 di giovedì quando squilla il telefonino del gestore del One Street Cafè di via Prima Strada. L'uomo è a casa, il locale è chiuso da ore. A farlo suonare è il sistema di allarme collegato allo smartphone: qualcuno è entrato forzando la porta sul retro. Il titolare attiva la visione delle videocamere, sullo schermo vede tutto in tempo reale. Nel buio c'è un fascio di luce, è la torcia nelle mani del ladro.

L'arresto

Scatta la chiamata al 112, che dirotta sul posto una pattuglia del Nucleo radiomobile impegnata in zona e in pochi minuti è in via Prima Strada. Lui è ancora dentro, prova a nascondersi dietro una porta. Tutto inutile. Lo trovano, addosso ha 420 euro e un piccolo computer da bar. Fabio Diana, 40enne, viene arrestato per furto. É originario di Coriano in provincia di Rimini, ma vive a Padova dove lavora come cameriere in un hotel. Ultimato il sopralluogo, la merce è stata restituita.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Sei ore di sospensione idrica nel quartiere: l'avviso

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento