Scopre il ladro in casa: scovato con la refurtiva nel rifugio degli sbandati

É stato arrestato e rischia la revoca del permesso di soggiorno l'uomo che lunedì notte ha svaligiato un appartamento. Notato dal proprietario, è stato stanato all'ex Pp1

(foto: archivio)

Uno strano rumore nel cuore della notte, e l'incubo diventa realtà. Vedere la propria casa violata da un malvivente, i propri oggetti spariti. La segnalazione della vittima ha però permesso alla polizia di rintracciare il responsabile.

Il furto

A chiamare il 113 la notte tra lunedì e martedì è stato un uomo cinese residente in via Ragusa all'Arcella. Svegliato di soprassalto da alcuni rumori, aveva fatto appena in tempo ad alzarsi e affacciarsi al balcone per vedere un uomo che si calava dal poggiolo e scappava in strada. In casa erano spariti due cellulari iPhone, un rasoio elettrico e una banconota da 20 euro.

Le ricerche

Raccolta la descrizione della refurtiva e un sommario identikit del ladro, gli agenti si sono messi sulle sue tracce. Setacciando le zone circostanti, il riscontro decisivo è arrivato quando i poliziotti hanno raggiunto l'area dell'ex Pp1 che costeggia via Valeri, dalle parti della stazione. Il vecchio parcheggio è da tempo "terra di nessuno", covo di senzatetto e sbandati che tra macerie e vegetazione hanno costruito una piccola baraccopoli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le prove e la condanna

Lì c'era Mouhamed Awal Kangara, 29enne del Togo regolare in Italia dove vive in strada, campando di espedienti che gli hanno procurato un curriculum criminale di un certo spessore. Era già noto per diversi furti e, corrispondendo alla descrizione, è stato perquisito. Addosso aveva ancora la refurtiva, che gli è valsa l'arresto per furto. Dopo una notte nelle camere di sicurezza, martedì è comparso in tribunale per la direttissima. Il giudice ha emesso nei suoi confronti il divieto di ritorno nel comune di Padova, ma l'africano rischia anche la revoca del permesso di soggiorno, avviata dall'Ufficio immigrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto a Maserà: muore insegnante di religione del Pietro d'Abano

  • Tragico incidente sulla Sr 308, morti il 19enne alla guida dell'auto e il camionista

  • Tragedia nell’Alta Padovana: malore improvviso, 16enne perde la vita

  • «Il suo reparto è in lutto con noi tutti»: infarto fatale per Elena, 39enne infermiera padovana

  • Mister Italia 2020: un 27enne di San Martino di Lupari vola in finale

  • Giro d'Italia 2020: nuova data per la tappa di Monselice, inserita l'ascesa al Roccolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento