Case razziate dai ladri: un bandito in manette, denunciati due sedicenti imbianchini

A Padova un trentanovenne è stato colto in flagranza mentre si introduceva in un'abitazione. Nell'Estense due uomini sono ritenuti responsabili di due colpi risalenti a maggio

I ladri non solo approfittano delle vacanze per colpire indisturbati, ma agiscono anche mentre le vittime sono in casa. É successo per due volte a Este, mentre nel capoluogo i rumori provocati dal bandito hanno messo in allerta i vicini.

Sorpreso nella notte

Sono le 3.50 di mercoledì quando una pattuglia del Nucleo radiomobile di Padova arriva in via Spalato, periferia residenziale del Sacro Cuore ai confini con l'Arcella. A chiamarli è stato un residente che ha sentito degli strani rumori venire dalla casa del vicino 57enne. Appostati all'esterno hanno bloccato il 39enne Oleg Grigorita mentre scavalcava la recinzione ammanettandolo. I rilievi hanno dimostrato come l'uomo fosse riuscito a entrare nel garage, ma non nell'abitazione. Il moldavo aveva addosso 30euro in monete ed è ora accusato di furto. In sede di direttissima, dopo la convalida dell'arresto Grigorita ha rchiesto il rito abbreviato ed è stato condannato a due anni di reclusione e 800 euro di multa.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Imbianchini... solo all'apparenza

Stessa accusa ma senza flagranza quella mossa al 47enne Z.P. e al 56enne M.L., pregiudicati di Este. I due sono ritenuti responsabili di due furti e a loro sono risaliti i carabinieri dopo un mese di indagini. La coppia, offrendosi come aiuto per tinteggiare, aveva avuto accesso alle case di due donne del posto di 80 e 69 anni, nella zona di via dello Stadio, vicinissimo alla caserma. Lì, nel mese di maggio, le avevano derubate arraffando tutto quello che avevano trovato in casa. La refurtiva ammonterebbe a circa 1200 euro di valore. Dopo la querela sporta dalle vittime, i carabinieri hanno scoperto che in entrambe le case nel periodo dei furti avevano lavorato gli stessi imbianchini, stringendo il cerchio attorno ai due estensi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lavoravano in nero e percepivano il reddito di cittadinanza: scoperti dalla guardia di finanza

  • «La nostra super Bubi ha guadagnato un passaggio per il Paradiso»: Lavinia ci ha lasciati

  • Il sorpasso azzardato causa lo scontro tra auto: un ferito elitrasportato in ospedale

  • Coronavirus, positivi 5 bambini del centro estivo e 8 ragazzi tornati dalla vacanza in Croazia

  • In prima linea contro il Covid nonostante la malattia: l'Ulss 6 piange Francesco Di Martino

  • Violento schianto contro il palo della luce: guidatrice trasportata in ospedale

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento