Da fuori provincia per rubare: oltre all'arresto scatta la denuncia per le norme anti Coronavirus

Un 20enne è stato ammanettato nel Piovese dove ha commesso una rapina impropria. Ha inoltre contravvenuto all'obbligo di evitare spostamenti inutili e perciò è stato denunciato

(foto: archivio)

Tra le dodici persone denunciate martedì da carabinieri in tutta la provincia per non aver rispettato le direttive ministeriali nel limitare il rischio di contagio da Covid-19 c'è anche un giovane moldavo. Il furto commesso, oltre a farlo finire in arresto, ha anche dimostrato i suoi spostamenti ingiustificati.

Furto degenerato

Veaceslav Moisei, 20enne originario della Moldavia ma residente a Campolongo Maggiore (Venezia), martedì sera ha raggiunto il centro commerciale Piazzagrande di Piove di Sacco. Si è introdotto nel negozio Unieuro intrattenendosi fra gli scaffali dove però si è fatto notare per alcuni movimenti sospetti. Un addetto alla vigilanza lo ha tenuto d'occhio, allertando preventivamente i carabinieri. Quando poi il ragazzo ha cercato di uscire senza passare dalle casse, il vigilante 35enne lo ha fermato intimandogli di vuotare le tasche. A quel punto il giovane gli si è buttato addosso strattonandolo per scappare all'esterno, dove però ha trovato i carabinieri che lo hanno ammanettato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arrestato e denunciato

Moisei, già noto alle forze dell'ordine, ha riconsegnato un paio di auricolari del valore di 60 euro che aveva sottratto dal punto vendita, a cui sono poi stati restituiti. Identificato, è stato arrestato con l'accusa di rapina impropria. Il controllo ha però permesso di appurare la residenza del moldavo e il fatto che evidentemente il giovane aveva abbandonato la sua abitazione senza alcun valido motivo, di fatto contravvenendo all'obbligo di restare in casa e guadagnandosi un'ulteriore denuncia. Moisei è stato rimesso in libertà, mentre il vigilante aggredito non ha riportato ferite.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tremendo schianto in serata lungo la Pelosa: morti due padovani, un ferito grave

  • Coronavirus, Zaia: «Dal primo giugno non ci sarà più l'obbligo della mascherina all'aperto»

  • Le acque del Bacchiglione restituiscono un corpo. Accanto l'auto abbandonata

  • Zaia: «Dal primo giugno via la mascherina. Si indossa solo quando serve»

  • Coronavirus, Zaia: «L'Azienda Ospedaliera di Padova? Nessuno mette in discussione Flor»

  • Live - Sangue sulle strade. Arrestato l'ex vicepresidente del Padova. Rogo sui Colli

Torna su
PadovaOggi è in caricamento