Venerdì, 15 Ottobre 2021
Cronaca Este / Via Ateste, 16

Evade dai domiciliari per svaligiare aziende e automobili, la refurtiva lo incastra

Un ventiseienne di Monselice è stato arrestato dopo essere stato scoperto a rubare nella sede di una ditta di Este. In casa nascondeva diversi altri oggetti provento di furto

Non solo non ha rispettato la misura cautelare degli arresti domiciliari commettendo a più riprese vere e proprie evasioni. Rabii Mahfoud usciva di per delinquere e sono almeno tre i furti che gli vengono contestati.

Colto in flagranza

Uno di questi lo ha commesso lo scorso weekend a Este e mentre era intento a saccheggiare la sede di Veneta Mineraria è stato scoperto e ammanettato dai militari del Nucleo radiomobile della cittadina. L'intervento risale a domenica quando il 26enne, originario del Marocco ma regolarmente residente a Monselice, è stato sorpreso nello stabile di via Ateste 16. Impossibile fraintendere le sue azioni, poiché si stava impossessando di un tablet aziendale.

La refurtiva

Tratto in arresto per furto e identificato, si è scoperto che il giovane era sottoposto agli arresti domiciliari nella sua abitazione di Monselice. La perquisizione dell'appartamento ha poi portato ulteriori prove a sostegno delle accuse, grazie al ritrovamento di altra refurtiva. I carabinieri hanno sequestrato un navigatore satellitare, rubato dalla Fiat Multipla di un 56enne di Comacchio, e molti altri congegni elettronici sottratti al proprietario 60enne di una ditta con sede nel Vicentino.

L'arresto

Mentre Mahfoud veniva trasferito nel carcere di Padova a disposizione dell'autorità giudiziaria, a suo carico si sono concretizzate le accuse di furto ed evasione. Ulteriori approfondimenti sono in corso per verificare se sia il responsabile di altri colpi analoghi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Evade dai domiciliari per svaligiare aziende e automobili, la refurtiva lo incastra

PadovaOggi è in caricamento