Cronaca Via Signoria

Assistono al furto in casa via cellulare: i ladri tentano di nascondersi in giardino

Due giovani sono stati arrestati lunedì nell'Alta Padovana mentre commettevano un furto all'interno di un'abitazione privata. Addosso avevano anche altra refurtiva. Indagini in corso

La refurtiva sequestrata al termine degli arresti

Grazie al sistema di allarme collegato allo smartphone hanno assistito all'assalto messo in atto ai danni della loro casa e al successivo arresto che ha fatto finire in manette due giovani di 20 e 19 anni.

Il furto

L'episodio si è verificato nella giornata di lunedì a San Giorgio delle Pertiche. Il sistema d'allarme di un'abitazione di via Signoria è entrato in funzione segnalando un'effrazione tanto alla centrale dei carabinieri quanto ai proprietari, che in quel momento erano fuori casa. Mentre i militari si precipitavano sul posto, marito e moglie hanno seguito tutte le fasi del furto compiuto dai due ragazzi che, una volta introdottisi nella villetta, hanno fatto man bassa di contanti, gioielli e tablet.

I sospetti su altri colpi

All'arrivo delle pattuglie i due banditi sono usciti precipitosamente nascondendosi in un angolo del giardino. Una mossa che non è bastata a garantire loro la fuga, poiché entrambi sono stati ammanettati. Il 19enne Isham Major di Merano (Bolzano) e il 20enne Pietro Helt di Cismo del Grappa (Vicenza) avevano addosso gli oggetti rubati dall'abitazione ma anche altra refurtiva, composta di preziosi e cellulari su cui gli inquirenti stanno ora indagando per capire da dove sia stata trafugata. I due giovani appartengono a famiglie di origine nomade e attualmente vivevano all'interno di un caravan nella zona di Paviola di San Giorgio in Bosco. Entrambi sono stati arrestati con l'accusa di furto in concorso.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assistono al furto in casa via cellulare: i ladri tentano di nascondersi in giardino

PadovaOggi è in caricamento