Mani al collo e sputi in faccia: picchiata dal marito per l'educazione dei bambini

Un 32enne di origine straniera è finito in carcere dopo l'ennesimo episodio violento denunciato dalla moglie. L'ha maltrattata fisicamente e psicologicamente per anni

(foto: archivio)

I lividi, la violenza, l'umiliazione e la paura per due bambini di pochi anni sono gli elementi che hanno caratterizzato gli ultimi anni di matrimonio della coppia formata da un 32enne albanese e una 35enne romena. Dopo l'ennesimo pestaggio, da martedì lui si trova in carcere.

Spirale di violenza

I due sono sposati da sette anni e vivono in un appartamento nel comune di Padova insieme ai due figli piccoli. Proprio alcune scelte sull'educazione dei bambini sono state alla base della sfuriata che ha condotto l'uomo al Due Palazzi e costretto la moglie all'ennesima visita al pronto soccorso. Lunedì sera i due coniugi hanno discusso animatamente come molte altre volte e lui, di nuovo, l'ha aggredita e le ha ordinato di andarsene di casa. La situazione sembrava essersi calmata ma poche ore dopo, nel primo pomeriggio di martedì, la tensione è tornata a esplodere tra le mura domestiche. Mentre i bimbi erano a casa di alcuni parenti marito e moglie sono tornati a litigare e l'ira dell'albanese ha di nuovo colpito la compagna. Le ha stretto le mani al collo, scaraventandola a terra e poi sul letto e arrivando a sputarle in viso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'arresto

Terrorizzata e malconcia lei è riuscita a fuggire in strada e chiamare il 113 che ha immediatamente inviato sul posto una pattuglia. Raggiunta dagli agenti è stata lei stessa a raccontare con dovizia di particolari le ultime terribili ore passate in casa. Diverse altre volte infatti, nel corso degli ultimi tre anni, la 35enne era finita al pronto soccorso ricevendo numerosi referti delle percosse subite. In virtù delle nuove norme del "Codice rosso" il 32enne albanese è stato arrestato e trasferito in carcere. La donna è invece stata accompagnata all'ospedale e dimessa con una prognosi di tre giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • Crisanti smentisce Zaia: «Il modello Veneto è merito dell'Università di Padova»

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Kenny Random, imbrattato il murale più fotografato di Padova

  • Live - Subito una classe isolata, tamponi a tappeto e didattica a distanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento