Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Arcella / Via Tiziano Aspetti

Documenti rubati per dichiarare una falsa nazionalità: le menzogne valgono l'arresto

Un 34enne moldavo ha presentato nel corso di un controllo una carta d'identità e una patente di un'altra persona per fingersi romeno e mantenere celata la propria clandestinità

Sperava di superare indenne un controllo della Squadra mobile, finendo invece arrestato.

L'arresto

Andrei Pislaru, 34enne originario della Moldavia, è incappato in una pattuglia della questura lungo via Tiziano Aspetti all'Arcella. Rintracciato alle 15.30 di domenica, agli agenti ha fornito una patente e una carta d'identità romene che riportavano le generalità di un uomo. Un'ulteriore verifica ha però permesso di appurare che quella persona non era il 34enne, che si era invece procurato i documenti per spacciarsi per romeno trovandosi clandestinamente in Italia. Trasferito in questura e identificato, Pislaru è dunque stato arrestato per violazione delle norme sull'immigrazione nonché per la ricettazione dei documenti che sono finiti sotto sequestro.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Documenti rubati per dichiarare una falsa nazionalità: le menzogne valgono l'arresto

PadovaOggi è in caricamento