Ventenne arrestato nel giorno del Santo: in casa gli trovano 1.3 kg di hashish

Il giovane è stato fermato a Padova durante la processione di Sant'Antonio: la perquisizione nella sua abitazione ha consentito il ritrovamento della sostanza stupefacente

L'hashish sequestrato al ventenne

Con il suo atteggiamento aveva subito insospettito i carabinieri. E l'intuizione si è rivelata esatta: un 20enne, studente universitario di Padova incensurato, è stato arrestato in quanto trovato in possesso di 1.3 chili di hashish.

I fatti

È successo giovedì 13 giugno alle ore 18 in Riviera Tito Livo, a poca distanza dalle vie in cui stava per transitare la processione di Sant'Antonio: i carabinieri hanno notato il giovane a causa del suo atteggiamento sospetto decidendo così di fermarlo e di perquisirlo, rinvenendo una modesta quantità di droga. Ben diversa, invece, la situazione nella sua abitazione: i militari dell'arma hanno infatti rinvenuto un chilo e 300 grammi di hashish già suddiviso in panetti e pronto a essere smerciato. Il ventenne (che non è stato visto spacciare direttamente) è finito ai domiciliari e ora ha l'obbligo di dimora con permanenza notturna nella sua abitazione di Padova.

Hashish Padova 1-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camerieri di un ristorante del centro pestati a sangue: mascella distrutta per uno dei due

  • Tre acconciature da fare prima di andare a letto per avere boccoli morbidi e voluminosi al mattino

  • Sangue sulle strade padovane: frontale auto-furgone, un morto e due feriti

  • Luca Zaia attacca Poiana: «Non si può andare in tv a sputtanare il Presidente della Regione, ditelo a Pennacchi»

  • Clio all'ombra del Santo: apre a Padova il temporary store della celebre make-up artist

  • 30 secondi di pura magia: il video spot del Natale a Padova

Torna su
PadovaOggi è in caricamento