Forbice al collo e mani nella borsa: rapina due donne in mezz'ora per un bottino di 50 euro

Un trentenne tunisino irregolare è stato arrestato mercoledì mattina all'Arcella dopo aver rapinato due donne nella zona della stazione sotto la minaccia di una forbice

La bicicletta sequestrata al rapinatore di cui si cerca il legittimo proprietario

Due rapine in mezz'ora, con due donne minacciate con una forbice alla gola per un bottino di soli 50 euro. Il responsabile, arrestato poco dopo dalla polizia, è il 30enne Ahmed El Ghanmi, pluripregiudicato clandestino originario della Tunisia e già destinatario di un ordine di espulsione.

Cavalcavia Dalmazia

Mancavano pochi minuti alle 8 quando una padovana cinquantenne, percorrendo il cavalcavia Dalmazia in sella alla sua bicicletta, si è vista superare da un giovane straniero anch'egli in sella alla due ruote. L'uomo si è fermato, l'ha bloccata e le ha puntato addosso una forbice intimandole di aprire la borsetta. La donna gliel'ha consegnata e lui ha frugato nel portafoglio trovandovi solo 5 euro che ha intascato per poi scappare. La vittima terrorizzata ha allertato il 113 che a sua volta ha diramato un avviso di ricerca a tutte le pattuglie.

Cavalcavia Borgomagno

Stavano dando la caccia al fuggiasco quando la polizia ferroviaria ha accolto nei suoi uffici un'altra donna. Anche lei cinquantenne, di origine filippina, alle 8.30 si stava recando al lavoro in bicicletta quando sul cavalcavia Borgomagno è stata presa alle spalle da uno sconosciuto. Il copione si è ripetuto: forbice puntata alla gola, borsetta aperta, portafoglio svuotato dei 45 euro che erano al suo interno. Poi l'aggressore ha gettato a terra la vittima ed è fuggito in bicicletta mentre questa veniva soccorsa da una passante che l'ha accompagnata nella sede della Polfer per denunciare l'accaduto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le ricerche e l'arresto

Il coordinamento della centrale operativa e delle pattuglie della Squadra volante hanno permesso, grazie alle precise descrizioni fornite dalle vittime, di rintracciare il rapinatore per le vie dell'Arcella. Lo hanno individuato e inseguito fino a quando è stato bloccato dalle parti di via Mozart. Ammanettato, è stato identificato nel 30enne tunisino Ahmed El Ghanmi, arcinoto alle forze dell'ordine e arrestato per rapina. Le due vittime ne hanno riconosciuto senza ombra di dubbio le fotografie e addosso gli sono stati trovati i contanti rubati. Lo straniero, che era già incappato nei controlli disposti in città nei giorni scorsi, su disposizione dell'autorità giudiziaria è stato trasferito in carcere. Sequestrata la bicicletta su cui viaggiava, che si unisce alle altre recuperate nelle ultime settimane e ora a disposizione dei cittadini: chi dovesse riconoscerle come proprie ne può richiedere la restituzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caccia senza licenza e in giorno di silenzio venatorio: denunciato 71enne

  • Live - Nuovo Dpcm in arrivo nel weekend: si va verso il coprifuoco

  • Coronavirus, il prof. Ursini difende Andrea Crisanti: «Parole sgradevoli dal professor Palù»

  • Coronavirus, Crisanti: «Siamo in un mare in tempesta. Secondo lockdown? Sarebbe inutile»

  • A piedi lungo la tangenziale, giovane viene investito all'alba: è grave

  • «Non ho la mascherina perché non riconosco la legge italiana»: scatta la multa di 400 euro

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento