Ricercatrice universitaria aggredita: la rapina sfuma, lei segue e fa arrestare il bandito

La prontezza di riflessi ha consentito alla donna di non essere derubata e di far ammanettare un 36enne. Nella foga della tentata rapina lui l'ha afferrata per il collo

La zona di passeggiata Miolati durante un controllo della polizia (foto: archivio)

É stato rilasciato con il divieto di tornare e soggiornare nel comune di Padova l'uomo che domenica pomeriggio ha assalito e tentato di derubare una donna spagnola.

L'aggressione

La straniera, che in questo periodo vive a Padova per lavorare come ricercatrice all'università, alle 15 di domenica stava percorrendo in bicicletta la passeggiata Miolati. Lungo il Piovego ha incrociato un italiano di 36 anni che ha cercato di farla cadere e di rubarle la borsa sistemata sul cestino della due ruote. La spagnola non si è però persa d'animo, ha reagito riuscendo a rimanere in piedi e a trattenere la tracolla. L'aggressore, preso alla sprovvista, l'ha afferrata per il collo ma capendo che lei non avrebbe ceduto è scappato a piedi.

L'arresto

Seppur scioccata, la donna è risalita in sella e ha seguito il bandito che nel frattempo aveva infilato via Gozzi, raggiungendolo in piazzale Stazione. Qui ha fermato una pattuglia della polizia, permettendo agli agenti di bloccare il fuggiasco. Tutti i dettagli riferiti dalla vittima risultavano credibili, tanto che l'uomo dopo una serie di accertamenti è stato fermato con l'accusa di tentata rapina.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I provvedimenti

Trattenuto nelle camere di sicurezza per la notte, Cristian Bordignon è comparso lunedì mattina davanti al giudice per l'udienza di convalida dell'arresto. In sede di direttissima gli è stato dato il divieto di ritorno e di dimora a Padova, dove il 36enne bazzica da tempo. Originario di Bassano del Grappa, da anni non ha una dimora fissa e vive di espedienti, ma non aveva mai avuto guai con la Legge per rapine o fatti analoghi. La spagnola una volta ripresasi dalla scarica di adrenalina, non ha avuto bisogno di ricorrere a cure mediche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Live - Aumenta l'indice di contagiosità, botta e risposta Zaia-Crisanti

  • Live - Coronavirus, un nuovo decesso all'ospedale di Padova

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

Torna su
PadovaOggi è in caricamento