Sabato, 25 Settembre 2021
Cronaca Monselice / Via Fratelli Fontana

Ubriaco in strada a notte fonda: sperona i militari e tenta di scappare a piedi

Un 38enne è stato arrestato tra lunedì e martedì dopo aver opposto resistenza a un controllo dei carabinieri impegnati nelle verifiche sul rispetto delle disposizioni anti Coronavirus

I servizi di controllo del territorio disposti dai militari della compagnia di Abano Terme per vigilare sul rispetto delle norme ministeriali anti contagio ha portato all'arresto di Ion Dascal con due capi d'accusa. Le verifiche si sono concentrate in particolare su Monselice e il parco Mostar di Montegrotto Terme.

Il controllo e la fuga

La notte tra lunedì e martedì i carabinieri di pattuglia hanno notato un veicolo in sosta lungo via Fratelli Fontana, non lontano dallo stadio di Monselice. A bordo vi era un uomo e i militari si sono pertanto accostati posteggiando l'auto davanti alla Volkswagen ferma in strada intimando al conducente di scendere. Per tutta risposta quest'ultimo ha ingranato la marcia partendo a forte velocità e speronando il veicolo di servizio. A quel punto è poi sceso tentando di fuggire a piedi per le vie limitrofe ma è stato immediatamente bloccato.

Arrestato e denunciato

Non pago, si è avventato sui carabinieri cercando di colpirli con spinte e strattoni fino a quando è stato immobilizzato e trasferito in caserma. Visto il suo stato confusionario è stato sottoposto ad alcoltest che ha dato risultato positivo facendo riscontrare nel sangue di Dascal un tasso alcolemico di 1,98 g/l. Inevitabile per il 38enne moldavo, residente in paese e regolare in Italia, l'arresto per resistenza a cui si aggiungono le denunce per guida in stato d'ebbrezza con conseguente ritiro della patente e per la violazione dell'obbligo di restare in casa. L'autorità giudiziaria ha disposto che l'uomo fosse poi rimesso in libertà.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco in strada a notte fonda: sperona i militari e tenta di scappare a piedi

PadovaOggi è in caricamento