Inseguimento dopo la fuga dal posto di blocco: devono spararle alle gomme per fermarla

La folle fuga ha avuto luogo nella notte tra sabato 3 e domenica 4 agosto a Padova: arrestata una 51enne risultata poi ubriaca, con la patente scaduta e sprovvista di assicurazione e revisione

Ecco com'è ridotta l'auto della fuggiasca dopo l'inseguimento

Arresto per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali e guida in stato di ebbrezza. Ma c'è molto altro: manette per M.G., 51enne residente a Limena.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I fatti

Tutto ha inizio nella notte tra sabato 3 e domenica 4 agosto in via Chiesanuova a Padova: intorno alle ore 2.10 la donna, a bordo della sua Ford Fiesta, viene fermata da una pattuglia della polizia stradale. Sembra tutto tranquillo, ma appena la 51enne fa scendere dall'auto il passeggero (un 41enne albanese) riparte a tutto gas trascinando per alcuni metri un agente della stradale che tentava di bloccarla. Nasce un inseguimento per le vie cittadine, con la donna che impatta contro auto in sosta, rischia di investire un ciclomotore e fa saltare alcuni paletti per l'interdizione dell'accesso in alcune strade laterali: due autoradio della sezione radiomobile della compagnia dei carabinieri di Padova riescono a bloccarla in Corso Australia, ma per riuscirci uno dei due capi equipaggio ha dovuto esplodere in sicurezza alcuni colpi con la pistola d’ordinanza in direzione delle ruote posteriori della Ford Fiesta, forandole. I controlli hanno poi evidenziato i motivi che avevano portato alla tentata fuga: la donna non solo è risultata positiva all'etilometro con un tasso di 0,90 g/l (rifiutandosi, poi, di sottoporsi all’accertamento per la guida sotto l’effetto di stupefacenti), ma aveva anche la patente scaduta da un anno mentre l'auto - poi sequestrata - era sprovvista di assicurazione e con la revisione scaduta. La 51enne è stata dunque tratta in arresto dai militari del nucleo operativo e radiomobile dei carabinieri di Padova - sezione radiomobile e trattenuta nelle camere di sicurezza della stazione dei carabinieri di Padova Principale in attesa del processo per direttissima, fissato per la mattinata del 5 agosto. L'agente investito ha riportato una lieve lesione al braccio sinistro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Live - Nuovi contagi anche nel Padovano, Luca Zaia avverte: «C'è poco da scherzare»

  • Coronavirus, Zaia: «Siamo tornati da rischio basso a rischio elevato, lunedì inaspriamo le regole»

  • Coronavirus, Zaia: «Nuovi positivi e isolamenti, indicatori non buoni: siamo nella "fase limbo"»

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Rovesci e forti temporali in arrivo in tutto il Veneto: "allerta gialla" della Protezione Civile

  • Live - Aumenta l'indice di contagiosità, botta e risposta Zaia-Crisanti

Torna su
PadovaOggi è in caricamento