menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Minacce, sputi e pugni ai poliziotti, serve lo spray urticante per bloccarlo: arrestato 42enne

È successo nella tarda serata di domenica 2 giugno a Padova: l'uomo, di origini slovene ma residente in provincia, prima ha sfiorato il frontale col veicolo di servizio e poi ha affrontato gli agenti

È già stato giudicato per direttissima presso il Tribunale di Padova, venendo condannato a una pena di 1 anno e 3 mesi. Il che fa capire la gravità di quanto accaduto: il protagonista dell'incredibile vicenda è R.K., 42enne di origini slovene ma residente nel Padovano.

I fatti

Il tutto è successo nella tarda serata di domenica 2 giugno a Padova, intorno alle ore 23.30: agenti di pattuglia della polizia locale di Padova stanno percorrendo via Po quando notano un'autovettura che percorre la loro corsia contromano. La Mercedes classe A sfiora il veicolo di servizio rischiando di urtarlo, e gli agenti dopo una rapidissima inversione di marcia lo fermano. A bordo del mezzo ci sono due uomini e il conducente, che subito si rifiuta di esibire i documenti e di fornire le generalità agli operanti. Il tutto mentre è visibilmente ubriaco: gli agenti chiedono dunque rinforzi e una pattuglia con l'etilometro. All'arrivo di quest'ultimo l'uomo prima offende e provoca gli agenti e poi - almeno inizialmente - non collabora per sottoporsi all'alcoltest minacciando i poliziotti dicendo loro che li avrebbe mandati in coma come aveva fatto ad un “pari ruolo” nel suo paese. Gli agenti riescono ad effettuare il test e il 42enne risulta positivo con un valore superiore a 2 g/l. La polizia locale procede dunque a redigere gli atti per denunciarlo per guida in stato di ebbrezza, scoprendo che il soggetto (che dopo numerose richieste ha esibito una carta di identità rilasciata in Croazia) era privo di patente di guida in quanto sospesa. Naturale conseguenza: il sequestro della Mercedes. Peccato che durante le operazioni l’uomo intralci pesantemente l'attività degli agenti con minacce di morte e offese varie. Passando poi all'azione: lo sloveno prima strattona un agente e gli sputa addosso e poi oppone una forte resistenza tentando di divincolarsi colpendo con pugni gli operanti e provocando delle lesioni ad un agente che veniva portato in pronto soccorso e dimesso con una prognosi di 7 giorni. Per calmare il soggetto è stato dunque necessario usare lo spray in dotazione: l'uomo è stato così ammanettato e tratto in arresto per resistenza a pubblico ufficiale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento