menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
I soldi sequestrati nel blitz

I soldi sequestrati nel blitz

Arrestato spacciatore, la madre cerca di nascondere droga e soldi

Dopo aver ammanettato un 22enne tunisino, nella sua abitazione in vicolo della Bovetta, i carabinieri di Padova hanno sorpreso la familiare che si disfava dello stupefacente nel water e celava 10mila euro

Intervenuti per la segnalazione della presenza di un giro di droga in zona, i carabinieri del Norm di Padova hanno arrestato uno spacciatore e, contestualmente, denunciato anche il fratello minore, nonché la madre, sorpresa a tentare di disfarsi dello stupefacente e a nascondere i proventi dello spaccio.

a. o. arresto spacciatore-2LO SPACCIATORE. Il blitz è scattato alle 19 di mercoledì in vicolo della Bovetta, vicino a piazza Mazzini, al primo piano di una palazzina del civico 3. I militari dell'arma hanno recuperato 2 grammi di eroina che un 22enne tunisino lì residente aveva appena ceduto a un 30enne italiano di Cavarzere. Arrestato il primo per la detenzione ai fini di spaccio e segnalato alla locale prefettura l'acquirente in qualità di assuntore, dopo aver rinvenuto altri 4 grammi di stupefacente nel pianerottolo, le attenzioni dei carabinieri si sono spostate all'interno dell'abitazione.

LA DROGA. Dall'appartamento, tutto chiuso, erano percepibili fin dall'esterno dei rumori. Prima lo sciacquone del water, quindi la tapparella che si apre, da dove i militari dell'arma hanno intercettato il lancio di un involucro di alluminio svuotato, che da successive analisi di laboratorio è risultato contenere tracce di droga. In base alla ricostruzione dei carabinieri, la madre 56enne del tunisino avrebbe, come probabilmente da istruzioni del figlio, gettato l'eroina nello scarico del sanitario.

spacciatore droga soldi sequestro-2I SOLDI. All'ingresso in casa dei militari, la donna ha inoltre detto di sentirsi male e di volersi recare all'ospedale. Sul posto è anche intervenuta l'intestataria, italiana, dell'affitto dell'appartamento, la cui posizione è attualmente al vaglio degli inquirenti, che ha dapprima accompagnato la 56enne in camera a cambiarsi e a prendere una scatola di medicinali e poi l'ha condotta al vicino nosocomio. Nell'auto è però salito anche un carabiniere, il quale ha scoperto che, nella scatola di medicinali portata dalla signora tunisina nel veicolo si nascondevano, anzichè farmaci, 10mila euro in contanti principalmente in banconote da 20 euro, prezzo base di una dose di eroina. La donna è stata pertanto denunciata a piede libero per spaccio in concorso. Deferito anche il figlio, fratello minorenne del pusher, in quanto dalla testimonianza di alcuni assuntori è emerso che a volte era quest'ultimo a vendere la droga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Il neo Presidente Masin: «Natura e turismo, così immagino il Parco Colli. Essere cacciatore non è in antitesi con questo ruolo»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento