Pusher scoperti a rifornire il cliente padovano: in casa le prove dello spaccio

Due giovani nordafricani sono finiti in manette martedì sera al termine di un servizio straordinario dell'Arma. La coppia è stata colta in flagrante mentre vendeva cocaina

Il materiale sequestrato dai carabinieri al termine delle perquisizioni

Un servizio congiunto dei carabinieri di Piazzola e del Nucleo radiomobile di Cittadella, focalizzato sulla lotta allo spaccio nei comuni dell'Alta lungo il Brenta, ha portato all'arresto di due tunisini di 23 e 22 anni.

La compravendita

I due ragazzi sono stati notati dai militari in centro a Curtarolo poco dopo le 22 di martedì. Impossibile friantendere perché si trovassero lì, in particolare quando sono stati visti confabulare con un italiano che ha consegnato loro una banconota ricevendo in cambio un piccolo involucro. A quel punto è scattato il controllo, bloccando pusher e clienti e facendosi consegnare il bottino. Si è così scoperto che i due ventenni nordafricani avevano appena ceduto una dose di cocaina a un 32enne di Piazzola sul Brenta.

Le perquisizioni

Ne è scaturita anche la perquisizione nelle abitazioni degli stranieri, a Villafranca Padovana e Padova. Nella prima, dove vive il 23enne Haitem Aouadi, sono stati recuperati due grammi di marijuana e 750 euro in contanti proventi del narcotraffico. Tutto materiale sequestrato insieme ai cellulari con cui i pusher gestivano i loro affari illeciti. Aouadi, così come il 22enne Mosbaah Guenichi, è stato quindi arrestato per detenzione a fini di spaccio di stupefacente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento