Presidio antidegrado a San Carlo: a sedici anni bloccato con l'eroina in galleria

Proseguono i controlli quotidiani dei carabinieri dell'Arma padovana nella zona del centro commerciale, nota meta di pusher e clienti. Martedì pomeriggio l'arresto di un minore

I carabinieri durante i controlli all'interno della galleria San Carlo

La lotta allo spaccio di droga all'Arcella prosegue sul campo e vede i carabinieri di Padova impegnati in prima linea in quello che è il territorio di caccia di frotte di pusher. Il traffico di stupefacenti però non si placa e continua a coinvolgere anche i minorenni.

L'arresto

Ne è riprova l'arresto concluso martedì pomeriggio all'interno del centro commerciale Galleria San Carlo, dove da un paio di settimane ogni giorno presidia la stazione mobile dei carabinieri. Nel corridoio è stato intercettato un giovanissimo nordafricano che alla vista delle divise ha tentato la fuga. Bloccato, gli sono state trovate addosso quattordici dosi di quella che si è poi rivelata essere eroina, per un totale di dodici grammi. Dopo averlo arrestato per detenzione a fini di spaccio, lo hanno trasferito in caserma e identificato in un 16enne tunisino, irregolare e già noto per precedenti analoghi. Il suo destino dipenderà ora dalla decisione del tribunale dei minori.

Il presidio

Quella dei giovanissimi impiegati per smerciare in strada la droga è una pratica che si sta pericolosamente diffondendo tra i narcotrafficanti, specie di origine nordafricana. Molte volte vengono assoldati ragazzini con meno di 14 anni, che in caso di controllo non sono perseguibili per legge. Per stroncare questa e altre pratiche di spaccio, da inizio dicembre i militari sono impegnati quotidianamente nel presidio della zona San Carlo, con la stazione mobile e tre carabinieri che resteranno in loco almeno fino al termine del periodo natalizio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Femminicidio nella notte a Cadoneghe: uomo uccide la moglie a coltellate

  • Coronavirus, Zaia: «Ricoveri in ospedale, tutte le province venete in Fase 5 tranne Padova»

  • «Mi sono addormentato a casa della mia ragazza»: multa di 400 euro per il fidanzato ritardatario

  • Il Covid si porta via a 67 anni lo storico pasticcere di Mestrino. Morto anche un giovane professore

  • Zaia: «Ecco la nuova ordinanza. Ridotta capienza nei negozi e nei centri commerciali»

  • Paolo Mocavero condannato, Roberto Baggio vince anche in tribunale

Torna su
PadovaOggi è in caricamento