Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Legnaro

Da Padova al vicentino per la droga scontata: in manette il pusher degli studenti

Grazie al tariffario competitivo in tre anni ha conquistato la fiducia di tanti giovanissimi, molti dei quali minorenni, che lo raggiungevano fuori provincia per rifornirsi

Vive nel vicentino ma era diventato uno dei riferimenti per lo spaccio tra gli studenti padovani, in particolare quelli del campus di Legnaro. Dopo una lunga e complessa indagine i carabinieri hanno individuato e arrestato il pusher.

Serata decisiva

A sollevare i primi sospetti è stato un particolare avvistamento nel maggio scorso poco lontano da Agripolis, sede distaccata dell'università di Padova. Il campus ospita diverse feste organizzate dai dipartimenti dell'ateneo che richiamano centinaia di giovani. E non è raro che anche studenti delle scuole superiori e qualche minorenne cerchino di imbucarsi. Quella sera all'esterno del complesso i militari di Legnaro hanno notato due giovani che con atteggiamento circospetto si scambiavano un paio di dosi di marijuana, 2 grammi in totale.

Prezzi ad hoc per gli studenti

Sono così partiti gli accertamenti per capire da dove quel giro di spaccio avesse origine. Per mesi gli inquirenti hanno seguito le compravendite di droga nel comune a sud del capoluogo, scoprendo che a rifornire i giovanissimi era un 21enne italiano di origine marocchina residente a Camisano Vicentino. Indagini e osservazioni hanno permesso di provare che tra il 2015 e il dicembre scorso l'abitazione del giovane era diventata meta di diversi ragazzi, alcuni minorenni, che dal padovano andavano a rifornirsi dal loro pusher di fiducia. Fiducia conquistata anche grazie ai prezzi competitivi, perché le dosi avevano il costo fisso di 10 euro.

Le accuse

Accertato il ruolo del 21enne e identificati numerosi clienti, i carabinieri hanno allertato la procura di Vicenza che ha emesso un ordine di cattura, eseguito giovedì con l'arresto di M.F. Accusato di detenzione e spaccio di droga, la sua posizione è aggravata dal fatto di aver ceduto degli stupefacenti anche a minorenni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Padova al vicentino per la droga scontata: in manette il pusher degli studenti

PadovaOggi è in caricamento