rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Portello / Via Giovanni Battista Tiepolo

Ingoia la droga e resiste all'arresto cercando anche di autolesionarsi: trentenne nei guai

Il tunisino è stato fermato a Padova mentre spacciava una dose di eroina: bloccato dalla polizia, ingaggia una violenta collutazione con gli agenti

Spaccio di eroina uguale arresto. A dir poco movimentato: manette per un trentenne tunisino, il quale ha opposto resistenza dopo essere stato scoperto in flagranza di reato dalla Polizia.

Collutazione e danni

È successo alle ore 13 circa di venerdì a Padova: gli uomini della squadra mobile, che stavano transitando in via Tiepolo, hanno subito notato il nordafricano (senza fissa dimora) che teneva nella mano destra un involucro di cellophane e nell'altra mano una somma in denaro. Al suo fianco un giovane di origini italiane, pronto a comprare la dose di eroina. Alla vista degli agenti il trentenne ha subito ingerito l'ovulo di droga gettando nel contempo a terra uno dei due cellulari in suo possesso, ma i poliziotti l'hanno prontamente raggiunto e fermato. Ne è nata, però, una violenta collutazione: il tunisino ha difatti opposto restistenza, provando a colpire ripetutamente gli agenti con dei calci. non pago, lo spacciatore ha prima rotto a suon di testate il profilo laterale di una delle portiere della volante e quindi ha cercato di autolesionarsi colpendo sempre con la testa un paletto in ferro posto al lato della strada. Una volta bloccato l'uomo, i poliziotti hanno proceduto alla perquisizione trovando 43.50 euro, ritenuti il ricavato dell’attività di spaccio. Il tunisino è quindi stato arrestato.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ingoia la droga e resiste all'arresto cercando anche di autolesionarsi: trentenne nei guai

PadovaOggi è in caricamento