menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrestato pusher dalla Squadra mobile: in garage nascondeva quasi 3 chili di eroina

L'uomo è un volto noto, già arrestato nell'ambito di un'operazione che aveva fatto emergere un ingente traffico di droga tra il 2014 e il 2015

Colpisce i poliziotti per scappare ma viene ripreso il giorno dopo. Uno spacciatore è stato arrestato dal personale della Squadra mobile.

L’arresto

Nel pomeriggio di giovedì 10 dicembre gli agenti della Mobile si sono imbattuti su via Ampere in un 34enne tunisino appena uscito dal carcere per reati in materia di spaccio. Era agitato alla vista dei poliziotti e ne aveva motivo. Addosso aveva due involucri per 15 grammi tra eroina e cocaina e poi gli agenti sono passati alla perquisizione del suo appartamento. Qui hanno trovato 1.100 euro in contanti. Ma il pusher sembrava troppo tranquillo a quel punto. E allora non restava che cercare quali porte aprissero tutte quelle chiavi: forse un garage? Ecco che il nervosismo è tornato. E mentre scendevano di sotto, il 34enne ha colpito il poliziotto che lo tratteneva ed è fuggito. Dentro il garage, infatti, c’erano 5 panetti per 2,7 chili di eroina. Ora non restava che trovare nuovamente il pusher. Le indagini coordinate dal pm Valeria Spinosa hanno permesso di ritrovare l’uomo nel pomeriggio di venerdì 11 dicembre in via Salboro. Dopo aver bloccato l’ennesimo tentativo di fuga, il 34enne è stato condotto in carcere. L’uomo era rimasto coinvolto nell’operazione “Boaster” della Squadra Mobile condotta tra il dicembre 2014 e il luglio 2015, sotto la direzione della Procura di Padova, che permise di arrestare 11 persone responsabili di trasporto, detenzione e spaccio di ingenti quantità di eroina e cocaina, per altro servendosi di minorenni per effettuare le consegne. Ogni settimana a Padova arrivavano 35 chili di eroina e gli imputati furono condannati a complessivi 51 anni e 10 mesi di reclusione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento