Cronaca Mortise / Via Riccardo Bajardi

Sorpreso a spacciare alla fermata dell'autobus: 30enne finisce in manette

Era già stato espulso due volte ed entrambe le volte era poi rientrato in Italia illegalmente. I poliziotti lo hanno sorpreso a spacciare cocaina e lo hanno riaccompagnato al centro rimpatri in provincia di Gorizia

È tornato dopo essere stato espulso e ha ripreso la sua attività di spaccio. Un 30enne è stato sorpreso dalla polizia e arrestato.

L’arresto

Nel tardo pomeriggio di mercoledì 14 aprile gli agenti della Squadra mobile hanno arrestato un 30enne tunisino sorpreso a spacciare e rientrato illegalmente in Italia dopo la sua espulsione. Intorno alle 19 i poliziotti hanno notato un giovane in via Bajardi: è corso verso la pensilina di attesa dei mezzi pubblici e ha passato qualcosa a una donna, ricevendo in cambio del denaro. Gli agenti hanno bloccato subito entrambi, prima che potessero scappare, e hanno avuto conferma del fatto che il 30enne avesse appena ceduto una dose di cocaina in cambio di 50 euro. Una volta portato in questura, si è scoperto di più sul suo conto. Era stato espulso nel 2011 e nel 2019 ed entrambe le volte era poi rientrato in Italia illegalmente. È stato di nuovo accompagnato presso il centro di permanenza per i rimpatri di Gradisca d’Isonzo (Gorizia).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso a spacciare alla fermata dell'autobus: 30enne finisce in manette

PadovaOggi è in caricamento