Scacco allo spaccio: giovane profuga assoldata come corriere della droga

Una straniera richiedente asilo aveva il compito di portare in città un carico di stupefacente da smerciare, ma al suo arrivo ha trovato ad aspettarla i poliziotti

Mauro Carisdeo, a capo della squadra mobile, e il suo vice Barbara Nori con la droga sequestrata

Hanno scelto una ragazza, forse pensando di non destare sospetti ed eludere i controlli. Invece il suo nervosismo l'ha tradita, privando le piazze di spaccio padovane di un grosso quantitativo di droga.

Carico pericoloso

15 chili di marijuana, che suddivisi tra i diversi spacciatori e immessi sul mercato al dettaglio rappresentano un guadagno di centinaia di migliaia di euro. Li hanno scovati gli agenti della questura all'interno di un trolley in piazzale Boschetti all'alba di giovedì. A trasportarli una 26enne nigeriana, in Italia con un permesso di soggiorno come richiedente asilo rilasciato a Roma. Non è la prima volta che giovani donne vengono scelte come corrieri, era successo anche a inizio agosto a una connazionale.

Nervosismo sospetto

È arrivata in autobus alle prime ore del giorno, mandata da qualche grossista per consegnare il prezioso carico ai gestori dello spaccio in città. Un orario in cui la zona è poco frequentata, prima che la affollino pendolari e studenti. Non è bastato però a farla franca, perché in zona c'erano i poliziotti impegnati nella lotta al traffico di droga. L'hanno notata scendere dal pulmann e prendere la valigia guardandosi attorno sospettosa e agitata. Quando ha scorto gli agenti ha provato a rimettere il trolley nel vano bagagli e risalire a bordo, ma il tentativo è stato inutile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Le manette

L'hanno fermata facendole aprire la valigia e scoprendo il grosso involucro immediatamente sequestrato prima di portare la giovane negli uffici di piazzetta Palatucci per l'identificazione. Colta in flagrante, la nigeriana è stata arrestata per spaccio di stupefacenti e si trova ora in carcere. Proseguono le indagini per scoprire l'origine della merce e i destinatari nel capoluogo patavino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro auto moto lungo la Romea: i veicoli prendono fuoco, morto il centauro

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Coronavirus, l'aggiornamento a Padova e in Veneto: positive anche due sorelline di 3 e 6 anni

  • Coronavirus, l'aggiornamento di giornata su contagi e ricoveri a Padova e in Veneto

  • Uno «strepitoso» test rapido: bastano sette minuti per scoprire se si è positivi al Coronavirus

  • Live - Due decessi sul posto di lavoro, crescono ancora i contagiati in provincia

Torna su
PadovaOggi è in caricamento