Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca Guizza / Via Emilio Salgari

Nascondono la droga nell'orsetto di peluche, arrestati dalla Squadra mobile due pusher

Sono stati fermati durante un sopralluogo, dopo che diverse segnalazioni avevano permesso di individuare un appartamento di spacciatori. E in casa gli agenti hanno trovato di tutto e di più per incriminare i due uomini

Nascondevano la droga dentro un orsacchiotto di peluche. La Squadra mobile ha arrestato due persone in possesso di quasi un etto e mezzo di stupefacente.

Il fatto

Gli agenti della Mobile nella serata di martedì 3 novembre si trovavano in via Salgari perché diverse segnalazioni indicavano in quella via un appartamento occupato da pusher nigeriani. Vedendo arrivare due nigeriani, di 38 e 31 anni, residenti a Siena ma dimoranti a Padova, li hanno bloccati. I due, che si erano fermati di fronte a un civico, avevano due mazzi di chiavi ma hanno detto agli agenti che non sapevano cosa aprissero. I poliziotti non si sono dati per vinti e hanno cominciato a provare tutte le chiavi fino a che non hanno trovato quella giusta: sono riusciti ad aprire la porta di un appartamento al primo piano di un condominio e in una delle stanze sono stati trovati gli effetti personali di entrambi i nigeriani. L’attenzione è stata attirata da un oggetto che stonava con la camera di due uomini: un orsetto di peluche sul letto. Che in effetti nascondeva un gran bel segreto. Dentro l’orsetto c’era quasi un etto e mezzo di eroina e cocaina, divise in dosi. Accanto al peluche c’era un bilancino di precisione, un cofanetto con tre anelli d’oro di una gioielleria di Padova e un rotolo di nylon. Ma non è finita qui. Con un’altra chiave i poliziotti hanno aperto un armadio che conteneva uno zaino e un portafogli con 2.700 euro in contanti. Tutto è stato sequestrato e i due uomini sono stati arrestati, per essere poi portati in carcere.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nascondono la droga nell'orsetto di peluche, arrestati dalla Squadra mobile due pusher

PadovaOggi è in caricamento