menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Arrestato la seconda volta per spaccio: sorpreso sul fatto dagli agenti in borghese

Era seduto su una panchina con un connazionale quando si è avvicinato un ragazzo: due parole e poi lo scambio. Il giovane acquirente è stato segnalato in Prefettura mentre il pusher è stato arrestato

Due chiacchiere veloci sottovoce e poi lo scambio: il tutto sotto gli occhi dei poliziotti poco distanti. Un 29enne tunisino è stato arrestato.

La vicenda

Nel pomeriggio di giovedì 6 agosto la Squadra mobile era in via Jappelli, vicino all’area verde che confina con via Morgagni, dove spesso si incontrano spacciatori e clienti. Gli agenti in borghese si sono fermati all’incrocio con via Vesalio dove hanno notato due giovani di origine maghrebina seduti su una panchina. Dopo qualche minuto è arrivato un 18enne di Pontelongo che si è seduto accanto ai due: dopo un breve scambio di parole con toni sommessi, il ragazzo ha allungato dieci euro e ha preso una bustina. Fermato mentre si dirigeva in via Gozzi, ha consegnato l’involucro con l’eroina ed è stato segnalato in Prefettura come assuntore. Nel frattempo il pusher era ancora sulla panchina ed è stato portato in Questura: non ha il permesso di soggiorno ed è destinatario di diverse espulsioni e ordini di allontanamento. Già all’inizio di luglio era stato arrestato per spaccio di eroina e, una volta rimesso in libertà, aveva ricevuto il divieto di dimora a Padova. È stato portato nelle camere di sicurezza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PadovaOggi è in caricamento