Arrestato la seconda volta per spaccio: sorpreso sul fatto dagli agenti in borghese

Era seduto su una panchina con un connazionale quando si è avvicinato un ragazzo: due parole e poi lo scambio. Il giovane acquirente è stato segnalato in Prefettura mentre il pusher è stato arrestato

Due chiacchiere veloci sottovoce e poi lo scambio: il tutto sotto gli occhi dei poliziotti poco distanti. Un 29enne tunisino è stato arrestato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vicenda

Nel pomeriggio di giovedì 6 agosto la Squadra mobile era in via Jappelli, vicino all’area verde che confina con via Morgagni, dove spesso si incontrano spacciatori e clienti. Gli agenti in borghese si sono fermati all’incrocio con via Vesalio dove hanno notato due giovani di origine maghrebina seduti su una panchina. Dopo qualche minuto è arrivato un 18enne di Pontelongo che si è seduto accanto ai due: dopo un breve scambio di parole con toni sommessi, il ragazzo ha allungato dieci euro e ha preso una bustina. Fermato mentre si dirigeva in via Gozzi, ha consegnato l’involucro con l’eroina ed è stato segnalato in Prefettura come assuntore. Nel frattempo il pusher era ancora sulla panchina ed è stato portato in Questura: non ha il permesso di soggiorno ed è destinatario di diverse espulsioni e ordini di allontanamento. Già all’inizio di luglio era stato arrestato per spaccio di eroina e, una volta rimesso in libertà, aveva ricevuto il divieto di dimora a Padova. È stato portato nelle camere di sicurezza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid: primo caso di alunno positivo nel Padovano, classe e docenti in isolamento

  • Voto, ecco i dati di affluenza a mezzogiorno

  • Crisanti smentisce Zaia: «Il modello Veneto è merito dell'Università di Padova»

  • L’amore trionfa: sistemato a tempo di record il murale di Kenny Random imbrattato nella notte

  • Kenny Random, imbrattato il murale più fotografato di Padova

  • Live - Subito una classe isolata, tamponi a tappeto e didattica a distanza

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento