Tentato omicidio al centro d'accoglienza: rapina e accoltella il compagno di stanza

Un 32enne africano è stato arrestato la notte fra martedì e mercoledì dopo aver brutalmente aggredito un altro straniero dopo averlo privato del cellulare durante una lite

Una furiosa lite, la sottrazione del cellulare e la brutale aggressione a colpi di coltello. Salifu Manjang, 32enne gambiano, è accusato di tentato omicidio e rapina ai danni di un 24 della Guinea.

Il ferimento

Il fatto di sangue si è verificato alle prime ore di mercoledì all'interno della cooperativa che offre accoglienza a richiedenti asilo con sede in via Guido Reni. Dal centro è partita alle 3 la chiamata di un'ospite indirizzata al 113 in cui veniva segnalata la tremenda lite in corso. Quando le pattuglie della polizia sono giunte in loco hanno trovato all'esterno il 24enne ferito, in un pozza di sangue. Le vistose chiazze di liquido ematico li anno guidati all'interno fino alla stanza condivisa dalla vittima e dal 32enne gambiano. Lui era asserragliato all'interno, sporco di sangue e con in mano il telefonino del giovane aggredito.

Il litigio

Immediatamente sono scattate le manette, mentre il coltello usato per l'aggressione è stato recuperato in un cassetto della cucina dove Manjang lo aveva riposto ancora sporco di sangue. Trasferito in questura, il gambiano è stato arrestato con le pesanti accuse di tentato omicidio e rapina. Le indagini hanno infatti permesso di appurare come la lite fosse scaturita quando Manjang si era impossessato della bicicletta del 24enne e per restituirgliela aveva preteso il suo telefonino. Il compagno di stanza si era opposto e l'altro lo aveva accoltellato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vittima

La vittima è stata trasferita al pronto soccorso. Il fendente all'addome, che ha giustificato l'accusa di tentato omicidio, grazie alla presenza dei vestiti non ha colpito organi vitali. Il 24enne è poi stato ferito anche alle mani e al volto nel tentativo di difendersi. La prognosi medica parla di dieci giorni per la guarigione. Nei confronti di Salifu Manjang il pm di turno ha disposto il trasferimento in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Formaggi a Villa Contarini, giardini aperti, visite, spettacoli e sagre: il weekend a Padova

  • Focolaio all'asilo notturno del Torresino: 30 positivi al covid su 82 ospiti

  • Occhio al semaforo: attivata la sperimentazione di un nuovo T-Red a Padova

  • Perde il controllo della sua barca dopo un'onda anomala: muore idraulico padovano

  • I cani da adottare a Padova: tutti i cuccioli da accogliere in casa

  • Focolaio del Torresino: una persona positiva tenta la fuga, le forze dell'ordine lo bloccano (Video)

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PadovaOggi è in caricamento