Ubriaco, picchia la moglie e fugge con la figlia piccola: arrestato dopo l'ennesimo raptus di follia

In manette un 35enne residente a Carmignano di Brenta: dopo aver malmenato la donna è scappato con la figlia di 8 anni, e una volta fermato dai carabinieri si è rifiutato di sottoporsi all'alcoltest

I maltrattamenti continuavano da ben 2 anni. Ma ora sono terminati: D.B., 35enne originario di Cittadella ma residente a Carmignano di Brenta, è stato arrestato dai carabinieri della locale stazione.

I fatti

L'ennesimo raptus di follia è iniziato alle ore 19.30 circa di venerdì 20 aprile, quando l'uomo - ubriaco - rincasa e inizia a colpire la moglie con pugni al viso e alla testa, tanto da procurarle lesioni guaribili in 8 giorni. Una volta terminata la violenza il 35enne prende di forza la figlia di 8 anni e scappa con lei alla guida della sua Nissan Qashqai. Inizia la caccia all'uomo, che dà i suoi frutti: una volta individuato e bloccato il 35enne si rifiuta di fare l'alcoltest, collezionando così anche il ritiro della patente. In giornata a Cittadella il processo per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cani e proprietari: emergenza Coronavirus, come comportarsi col proprio animale

  • Live - Coronavirus: morto Adriano Trevisan, altri 9 casi accertati a Vo'. Università chiuse

  • Michele, con la famiglia in isolamento per senso di comunità

  • Coronavirus: primi due casi sospetti nel Padovano, l’ospedale di Schiavonia verrà svuotato

  • LIVE - Emergenza Coronavirus: nuovi casi in provincia, negativo il tampone del presunto "paziente zero". Scuole, università, uffici chiusi

  • Coronavirus, c'è un contagiato a Vigodarzere. É uno degli infettati a Dolo

Torna su
PadovaOggi è in caricamento